Superbonus, l’odissea continua: nuove scadenze per le case singole

Il Superbonus 110 per cento è stato prorogato e c’è anche una novità in arrivo per le case singole. Scopriamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Il Superbonus 110% rappresenta un’agevolazione di tipo fiscale che consente di usufruire di una detrazione pari al 110 per cento appunto per quanto concerne una serie di interventi. Questi possono riguardare interventi per il miglioramento dell’efficienza energetica di un edificio come anche per la riduzione del rischio sismico o, ancora, l’installazione di impianti fotovoltaici.

Superbonus, slittano le scadenze per le case singole

Ciò detto, ci sono importanti novità in merito al Superbonus 110 per cento. Queste, in particolare, riguardano le case singole e lo slittamento delle scadenze, ma anche la cessione del credito. Ecco tutto quello che c’è da sapere al riguardo. In particolare, le novità riguardanti il Superbonus in esame sono due. La prima riguarda la proroga della detrazione sulle villette. A tal proposito, il Ministro dell’Economia, Daniele Franco, ha fatto sapere che non vi sono impedimenti al momento riguardo alla possibilità di prorogare il termine entro i quali si può accedere alla detrazione per le case unifamiliari. Per adesso, infatti, è stato fissato al 30 giugno il termine ultimo per il raggiungimento del 30 per cento dei lavori per questo tipo di abitazioni.

Superbonus, slittano le scadenze per le case singole

Per quanto concerne la seconda novità, essa riguarda la cessione del credito. Ad oggi, è possibile soltanto una cessione libera e due tra la banca e il correntista. Se questa novità dovesse essere confermata, invece, ne sarà prevista una quarta. Ricapitolando, una volta esaurite le tre cessioni previste, sarà possibile poter beneficiare di una quarta, ma soltanto da parte delle sole banche verso i propri correntisti. Si tratterebbe dunque di una possibilità che andrebbe a sbloccare di fatto una serie di situazioni che risultano particolarmente rallentate. Tale nuova misura, comunque, dovrebbe essere attivata una volta che la legge di conversione relativa al Decreto Legge n 17 del 2022, sarà pubblicata in Gazzetta Ufficiale.  Ad ogni modo, non c’è che dire, il bonus in esame è stato oggetto di molti cambiamenti che, peraltro, sono stati eseguiti nel tempo. Nonostante questa situazione però si può affermare con una certa convinzione che rappresenta, ad oggi, uno di quelli più vantaggiosi almeno per quanto concerne l’ambito edilizio.