10 minuti di ritardo e scattano i rimborsi: ecco il cashback per i tuoi viaggi

E’ stato comunicato l’avvio di un nuovo servizio che renderà più facili e immediati i rimborsi per coloro che effettuano viaggi. Scopriamo nel dettaglio di cosa si tratta e come funziona.

E’ stato reso noto che sta per prendere il via un servizio nuovo rivolto ai viaggiatori che a causa di ritardi dovuti a cantieri vanno incontro a spiacevoli disagi. Il rimborso tra le altre cose scatterà a partire dai 10 minuti di ritardo e non più dai 15 così come previsto ora.

A riferirlo è stata l’Aspi che peraltro ha spiegato che il servizio sarà valido sulla rete gestita da Autostrade per l’Italia. Esso renderà più intuitivo e semplice il meccanismo di rimborso. Ciò vale anche nel caso di utenti che pagano pedaggio utilizzando carte o contanti grazie al sistema telepedaggio. A tal proposito, i soggetti che sono già iscritti a questi sistemi, il servizio in esame è già attivo in maniera del tutto automatica da settembre 2021. Per tutti gli altri invece sarà sufficiente eseguire la registrazione sulla app Free To X. Qui andranno inseriti i propri dati personali nonché la targa relativa alla propria autovettura. Non solo, la registrazione può essere fatta oltre che nel caso di veicoli propri anche di quelli aziendali o a noleggio, con l’esclusione di quelli che sono intestati ad amici o ancora ai parenti.

10 minuti di ritardo e scattano i rimborsi: ecco il cashback per i tuoi viaggi 20220430 - investiresulweb.it

Ad ogni modo, come spiegato poc’anzi, i viaggiatori che effettuano la registrazione, in caso di ritardi a causa di lavori dovuti a cantieri aperti in autostrada, riceveranno il rimborso automaticamente, tramite notifica. Nello specifico avranno diritto a quest’ultimo una volta terminato il cosiddetto periodo di accumulo. Ad ogni modo, per quanto concerne l’ammontare dei rimborsi, tra l’altro, questa varia a seconda di diversi fattori. In primis, ad esempio, bisogna considerare l’entità del ritardo. A tal proposito, di fatti, se questo è compreso tra i 10 e i 14 minuti, l’ammontare è fissato al 75 per cento sul prezzo del pedaggio. Ma da valutare però è anche la lunghezza del viaggio. La percentuale relativa all’ammontare del rimborso, infatti, è fissata al 50 per cento nel caso di viaggi compresi tra i 30 e i 49 Km. Scende invece a 25% per quelli compresi tra i 50 e i 99 km.