Bonus 200 euro, chi sono le persone che non l’avranno

Seppur in tanti, non tutti avranno diritto al bonus 200 euro del governo: ecco le categorie che resteranno escluse da questo sostegno

In questo momento il bonus 200 euro è il sostegno che più sta a cuore ai lavoratori, che avranno diritto a questo aiuto da parte del governo.

Nel decreto Aiuti è stato stabilito che saranno davvero tante le categorie alle quali spetterà il sostegno, che arriverà molto probabilmente con la busta paga del prossimo luglio. Rientrano negli aventi diritti i lavoratori, i disoccupati, i pensionati, e secondo l’ultima modifica anche i percettori del reddito di cittadinanza e i collaboratori domestici.

Mario Draghi

L’introduzione del bonus si è resa necessaria per far fronte alle difficoltà e al caro prezzi dovuto alla guerra in Ucraina. Ma bisogna andare a vedere con attenzione il decreto perché a beneficiare del bonus 200 euro sono tante categorie, ma non tutte. Andiamo quindi a vedere con precisione chi resta escluso dal provvedimento.

Bonus 200 euro, chi non lo prende

Chi è che quindi non avrà diritto a beneficiare del bonus 200 euro? Tanto per cominciare la misura non è prevista per chi prende l’assegno sociale. Hanno diritto al bonus solamente i titolari di un trattamento di tipo previdenziale. Pertanto, chi ha un reddito tale da aver diritto all’assegno sociale resterò escluso dal cerchio di chi ha diritto a questo sostegno.

Un’altra categoria che non ha diritto ai 200 euro è quella di chi riceve una pensione d’invalidità civile, trattamento di tipo assistenziale. Al contrario, l’assegno spetta invece ai percettori dell’assegno ordinario d’invalidità o della pensione d’inabilità di tipo previdenziale.

C’è una categoria esclusa dal bonus anche fra i disoccupati e si tratta dei disoccupati che non percepiscono alcuna indennità di disoccupazione. E’ quindi doveroso sottolineare che il decreto stabilisce che il bonus spetta ai disoccupati che percepiscono una relativa indennità, come ad esempio la Naspi o la Dis-coll.