“Aumenti del 5 % ogni settimana”. Pane, farina e cereali rischiano di diventare cibi di lusso

Il conflitto ha portato gli aumenti al 5% ogni settimana: così diventa insostenibile. Quali sono le dinamiche internazionali che li causano

L’emergenza alimentare è la conseguenza diretta della guerra e al momento non si vede via di uscita. Gli effetti più dolorosi del conflitto ucraino sono gli aumenti continui dei prezzi.

L’escalation dei prezzi dei prodotti alimentari primari sembra infatti non avere fine e l’aumento è del 5% ogni settimana. I rincari riguardano soprattutto pane, farina, creali, sementi e mangimi. La strategia messa in atto da Putin può essere quella di affamare le sanzione che hanno sottoscritto il “Patto delle sanzioni”. Per quanto riguarda il gas i contraccolpi sfociano nelle più complesse economie industriali che sono addirittura costrette ad interrompere le attività.

Aumenti di pane e farina, i motivi alla base

Allo stesso modo la questione cibo va ad investire la grande produzione scatenando un effetto domino che si ripercuote sulle nostre tavole e sui nostri portafogli. La situazione è stata espressa con precisione dalla ministra degli esteri tedesca, Annalena Baerbock, che ha parlato nella conferenza stampa di chiusura del G7: “La Russia ha scatenato una guerra globale del grano che può avere conseguenze devastanti. Per i paesi più poveri la carestia è già una realtà. Ci sono 25 milioni di tonnellate di grano bloccate nei silos dell’Ucraina e il mondo ne ha davvero molto bisogno, altrimenti sarà la fame”.

La situazione non sembra in via di risoluzione, tanto che Putin sta già chiamando a raccolta l’India come alternativa all’Ucraina per il grano. Nuova Delhi ha quindi ora bloccato l’export dei preziosi e la sensazione è che fino a che andrà avanti la guerra la soluzione al problema non si troverà.

Lo stop delle spedizioni di grano ha portato ovviamente anche all’aumento del costo del riso, salito ora fino al 21% in più. La Coldiretti identifica proprio l’Italia come uno dei paesi più colpiti dal taglio.