Colpo di mano delle Poste il 21 giugno: addio ai tuoi risparmi se li hai dimenticati

Poste Italiane sta provvedendo a mettere mano su tutti quei libretti che non vengono movimentati da almeno 10 anni: la data limite per salvarli è il prossimo 21 giugno

Poste Italiane si è attivata per avvisare alcuni clienti che entro il 21 giugno provvederà ad estinguere i loro libretti postali.

Questa misura verrà attuata sui libretti postali cosiddetti “dormienti“, ovvero quei libretti con somme pari o superiori a 100 euro che il titolare non movimenta da 10 anni o più tempo. Nel novero ci sono anche polizze e assegni. Non rientrano tra i dormienti però quei libretti che sono nel mezzo di procedimenti operativi che ne impediscono lo spostamento delle somme all’interno. La disattivazione è cominciata già dallo scorso marzo e se il titolare non risponderà alla comunicazione entro 180 giorni il libretto si estinguerà in automatico.

Poste, come non perdere i libretti

Negli uffici postali è a disposizione l’elenco provinciale di tutti i libretti dormienti alla data del 31 marzo. I titolari dovranno dare disposizioni presso qualsiasi ufficio Postale e consentire il censimento anagrafico del proprio libretto entro il 20 ottobre. Si precisa che i soldi nel libretto si potranno comunque rivendicare in qualsiasi momento. Al momento non è però ancora chiara la modalità precisa.

E’ possibile che, nonostante Poste Italiane abbia mandato l’avvertimento, per qualsiasi motivo tante persone non lo abbiano ricevuto. Ecco perché si rende utile informare i cittadini di questo provvedimento, e quest’ultimi farebbero bene a controllare i propri libretti, soprattutto quelli dei parenti più anziani che magari non li adoperano da diverso tempo.