1000 euro di bonus entro il 30 giugno, il bonus quasi dimenticato

E’ ancora valido il bonus grazie al quale si possono risparmiare fino a 100 euro di spesa, ma ancora per poco tempo: come avere il sostegno subito

Il Ministero della Transazione Ecologica ha annunciato che fra le agevolazioni ancora attive c’è anche il bonus idrico, disponibile tutt’oggi per gli italiani.

Lo ha fatto sapere il MITE in una nota pubblicata sul sito: il termine di scadenza per inviare le domande di rimborso per tutte le spese sostenute è il 30 giugno. Ma di che tipo di interventi stiamo parlando? Ci riferiamo all’acquisto di rubinetti e sanitari. Quindi il bonus spetta a tutti coloro che non hanno ancora chiesto il contributo e che abbiamo intenzione di farlo.

Bonus idrico: cos’è e come richiederlo

E’ necessario sbrigarsi a richiedere tale sostegno per l’acquisto di sanitari, rubinetti, soffioni e colonne doccia, perché si ha a disposizione ancora poco più di un mese. Secondo la legge di Bilancio 2021 il bonus è previsto per i maggiorenni residenti in Italia e titolari del diritto di proprietà o di altro diritto reale su edifici resistenti o parte di questi. Si tratta di un aiuto valido per gli acquisti dal 1 gennaio al 31 dicembre 2021 in queste sono comprese anche le opere di smontaggio e dismissione dei sistemi preesistenti.

Vi rientrano quindi la fornitura e la posa in opera, installazione e acquisto delle attrezzature. Sono invece esclusi gli interventi di acquisto, posa e sostituzione di bidet, piatti per doccia e lavandini. Non fanno parte dell’agevolazione neanche i box doccia, autoclave e sedili per wc. Per questo tipo di interventi è comunque possibile orientarsi sul bonus ristrutturazioni, che detrae il 50% della spesa.

Per richiedere il bonus idrico si può fare una domanda, una sola volta, per cumulare le fatture di tutti gli interventi di questo tipo, ottenendo l’agevolazione sulla spesa complessiva. Sarà sufficiente collegarsi alla piattaforma del MITE e registrarsi con le credenziali SPID o Carta d’identità elettronica.