2500 euro per 18 mesi, il nuovo bonus per le Partite Iva (di cui si parla pochissimo)

Partite Iva, ma anche piccole e medie imprese hanno diritto a questo bonus che arriva fino a 2500 euro: di cosa si tratta e come ottenerlo

Si è arrivati alla seconda fase del Piano voucher per lo sviluppo della connettività a internet ultraveloce. Questa seconda parte favorisce l’estensione dei destinatari del bonus Internet.

Inizialmente questo tipo di sostegno era stato garantito alle famiglie con Isee inferiore a 20mila euro. Adesso potranno usufruire del bonus anche micro, piccole e medie imprese, e anche i titolari di Partita Iva. Il contributo offerto dal Governo va dai 300 fino a un massimo di 2500 euro e vi si può accedere fino ad esaurimento fondi, che sono circa 609 milioni di euro. C’è anche la possibilità che l’agevolazione venga prorogata, ma questa può essere sfruttata una sola volta per ogni impresa. L’importo invece varia in base al pacchetto della connessione scelto.

Bonus 2500 euro: a chi spetta e come ottenerlo

Il provvedimento del Ministero dello sviluppo economico promuove la campagna di digitalizzazione delle piccole imprese ed è partito il 1 marzo 2022. Come spiegato, ad ogni impresa spetta un solo bonus connettività, anche nel caso abbia più sedi dislocate sul territorio italiano. Condizione obbligatoria è ovviamente che l’impresa risieda in Italia. Il voucher spetta quindi a chi abbia intenzione di velocizzare la propria connessione da 30 Mbit/s a 1 Giga. Le fasce in cui è stata suddivisa la velocità di connessione sono tre, e a queste tre fasce corrispondono altrettanti bonus.

Si tratta di un piano di digitalizzazione che ha grandi obiettivi e che nel 2021 ha già ottenuto buonissimi risultati con le famiglie. Ora tocca alle imprese, ma solo a quelle che sono regolarmente iscritte alla camera di commercio e sono registrate come micro, piccole o medie. Per ottenere il bonus basta a chiunque fra gli operatori di telecomunicazione accreditati attraverso i canali di vendita tradizionali. Ciò però dopo che questi si saranno registrati sul portale dedicato al voucher, attivato appositamente da Infratel Italia.