1000 euro per i figli, il “Bonus nascosto” nel 730

Ecco il bonus nascosto che è possibile ricevere nella dichiarazione dei Redditi 730: tutte le informazione e cosa c’è da sapere. 

Dal 23 maggio è possibile scaricare il 730 precompilato del 2022 direttamente dal sito dell’Agenzia dell’entrate. Ecco tutte le informazioni utili per tutti i cittadini.

Dal 23 maggio è possibile scaricare online la dichiarazione precompilata del 2022, che dovrà essere inviata entro e non oltre il 30 settembre facendo attenzione a tutti i nuovi bonus per ottenere rimborsi notevoli.

Tra i bonus più gettonati c’è quello che può valere fino a 1.000 euro ed è il bonus musica 2022. Questo, infatti, è una delle grandi novità presente nella dichiarazione dei redditi di quest’anno insieme al Superbonus 110% e al credito d’imposta per l’acquisto con Iva della prima casa per gli under 36.

Ecco di cosa tratta il bonus musica 2022. E’ una misura che è stata pensata per le famiglie con reddito basso che hanno figli che frequentano delle scuole di musica certificate. C’è, dunque, una detrazione Irpef del 19% per tutte le spese di iscrizione a conservatori, bande, cori e scuola di musica a cui ha partecipato il figlio a carico. Si può ottenere un importo fino ad un massimo di 1000 euro a figlio. E’ una misura molto utile alle famiglie per sostenere le spese dei propri figli appassionati di musica.

Questa detrazione economica però spetta soltanto a quei nuclei familiari che hanno un reddito inferiore ai 36.000 euro per le spese sostenute per i familiari fiscalmente a carico.

Quindi, il bonus musica 2022 detraibile nel 730, vale solo per i figli (da 5 a 18 anni) che hanno l’abbonamento o sono iscritto a conservatori,  istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM) legalmente riconosciute ai sensi della Legge 21 dicembre 1999, n. 508; scuole di musica iscritte nei registri regionali; cori; bande; scuole di musica riconosciuti da una Pubblica Amministrazione, per lo studio e la pratica della musica.

Il bonus musica 2022 può anche essere utilizzato come credito d’imposta per ridurre le tasse da pagare oppure per ottenere i rimborsi 730.