Difficoltà nel pagare l’affitto: c’è un sostegno di 8000 euro

Se avete difficoltà nel pagare l’affitto, può essere utile sapere che esiste un sostegno da ben 8000 euro che fa al caso vostro. Ecco tutto quello che c’è da sapere al riguardo.

Sono molte le persone che fanno non poca difficoltà nel pagare l’affitto. La gran parte di queste, peraltro, sono all’oscuro del fatto che esiste un sostegno da ben 8000 euro messo a disposizione dal Governo. Proprio per venire incontro alle famiglie, infatti, sono stati introdotti diversi aiuti e agevolazioni volte a sostenerle nelle spese.

Tra i vari c’è quello destinato a coloro che non riescono a pagare l’affitto. Si tratta, nello specifico, del contributo affitto 2022, previsto soltanto nel caso vi siano reali e comprovate ragioni per cui non si riesca a pagare per intero l’affitto. Di conseguenza, è fondamentale, tra i requisiti, il limite di Isee non superiore ai 26 mila euro. Non solo, il bonus è erogato fino ad esaurimento delle risorse che tra l’altro sono stanziate ogni anno dallo Stato. Si tratta del Fondo Nazionale Sostegno all’Accesso alle Abitazioni in Locazione. A chi ne ha accesso è garantito un contributo economico che equivale alla differenza tra il valore del canone d’affitto di locazione e quanto pagato nell’effettivo dall’inquilino in difficoltà.

Nello specifico, il Comune di residenza, a cadenza annuale, pubblica dei bandi a cui possono accedere coloro che a causa di gravi motivi sono impossibilitati dal pagare il canone di locazione. Tra questi gravi motivi ci sono, ad esempio, la cassa interazione, mancato rinnovo del contratto a tempo determinato, infortunio, decesso componente del nucleo familiare e conseguente diminuzione del reddito annuale. Nello specifico, il Fondo di cui sopra prevede l’erogazione di un massimo di 8mila euro proprio per sostenere in maniera efficace le famiglie che si ritrovano a vivere uno dei casi citati poc’anzi. Com’è ovvio, l’accesso a tale fondo è legato necessariamente alla sussistenza dei requisiti elencati. Al di là di questo, rappresenta senza dubbio di un’iniziativa estremamente importante che in questo periodo più che mai contribuisce a dare una boccata d’ossigeno alle famiglie che si trovano a vivere in condizioni economiche difficili soprattutto a causa della crisi energetica in atto.