Bonus solo per chi arriva prima: perchè si rischia la beffa

Sta per essere erogato un nuovo bonus, ma solo per chi arriva prima. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere in merito a quella che potrebbe diventare una vera e propria beffa.

Il Governo Draghi ha previsto un bonus che a breve sta per essere erogato. Per alcuni però il rischio è quello di non riuscire ad aggiudicarselo, non a caso, potrebbe averlo solo chi arriva prima.

Quello in esame è il bonus psicologo a cui si potrebbe avere accesso soltanto se si presenterà la domanda in tempo e dunque sarà rivolto solo a chi prenota prima. Ciò potrebbe comportare l’esclusione di tantissime persone che avrebbero comunque diritto a beneficiarne. Ad ogni modo, Roberto Speranza, Ministro della Salute, ha posto la firma su quello che è il decreto attuativo in cui è contenuta la procedura relativa al bonus che prevede nello specifico l’ottenimento di un importo fino a 600 euro spendibile in sedute psicoterapia. Nel Decreto si legge che il predetto bonus sarà erogato fino a quando le scorte non saranno esaurite e soprattutto sulla base di quello che è l’ordine di ricezione delle domande. Con ogni probabilità dunque ci potrebbe essere il rischio che venga indicato un giorno in cui inviare le richieste, con tutte i disagi del caso.

Ciò detto, tra i requisiti per accedere al predetto c’è il limite riguardante l’Isee, Indicatore della Situazione Economica Equivalente. In particolare, questo dovrà essere inferiore a 50mila euro. L’importo dunque varierà in base al reddito annuale emerso dal calcolo. Nel caso di Isee fino a 15mila euro sarà di 600 euro, mentre se inferiore ai 30 mila euro, l’importo scende a 400 euro. Infine, in caso di Isee inferiore ai 50 mila euro, il bonus scende a 200 euro. Ad ogni modo, nel caso in cui la richiesta per beneficiare del bonus psicologo sia accolta, l’Inps provvederà a dare comunicazione all’interessato mediante un codice univoco. Quest’ultimo potrà essere utilizzato entro un limite di tempo di 180 giorni ed è connesso all’importo previsto per le spese legate alle sedute di psicoterapia. Qualora, tale codice non venisse sfruttato entro il predetto termine, infine, le risorse rimaste saranno oggetto di riassegnazione a coloro che risulteranno beneficiare in base all’ordine nella ricezione della domande.