Il prezzo del latte diventerà inavvicinabile. Meglio saperlo ora

Agli aumenti dei prezzi in questo periodo si aggiunge quello esorbitante del latte: qual è la situazione e quali scenari si prevedono

C’è un nuovo allarme in tema di aumenti dei prezzi dei beni alimentari. Questa volta tocca al latte. Il latte fresco è infatti rincarato al dettaglio di circa 30 centesimi al litro in poche settimane. Ciò è l’effetto dell’aumento dei prezzi all’ingrosso. Anche il comparto industriale lattiero-caseario, come tutti gli altri settori, dovrà fronteggiare costi di produzione più alti per circa 2 miliardi di euro.

Molte aziende agricole subiranno il contraccolpo a fine anno e la maggior parte di esse sono già in una condizione critica. Assolatte ha spiegato che “l’escalation è iniziata a settembre dello scorso anno e non si è ancora fermata. Colpisce i lavoratori, gli industriali e sta per arrivare ai consumatori. L’aumento medio dei prodotti sarà nell’ordine del 10%.

Latte, le cause dell’aumento del prezzo

Angelo Mastrolia, presidente della Centrale del Latte d’Italia se l’è presa con le sanzioni dell’Ue nei confronti della Russia, peraltro non ancora entrate in vigore: “Lo scatto di gas e petrolio è immediato. Il costo dell’energia per produrre il latte è aumentato di sette volte. Ad aprile il prezzo è cresciuto del 10%. E’ il rincaro più alto della storia e come se non bastasse lo registriamo nel mese che dovrebbe registrare le quotazioni più basse dell’anno”.

Molto pessimista lo è anche l’amministratore delegato del gruppo Sabelli, Angelo Galeati, che spiega che i costo dei foraggi ha contribuito all’impennata del prezzo del latte. Galeati spiega che sono saliti i prezzi del mais e del mangime, il che si aggiunge alla scelta della Germania di vendere latte in polvere alla Cina e ridurne la quantità a disposizione per la trasformazione. A suo modo di vedere la situazione sarà difficile da superare, e potrebbe peggiorare quando “la produzione di latte calerà per questioni fisiologiche con il caldo e contestualmente aumenterà la domanda per la produzione di formaggi freschi”.