Luglio, dopo il bonus arriva anche la Quattordicesima pesante

Nel mese che verrà si potrebbe ricevere anche la quattordicesima oltre al bonus 200 euro: ecco chi ne ha diritto

Sono in programma nuove e ulteriori misure a favore dei pensionati e i sindacati stanno insistendo con il governo in questo senso. L’obiettivo è quello di combattere il fenomeno dell’inflazione, che sta salendo alle stelle. Quindi dopo il bonus 200 euro, previsto dal decreto Aiuti, potrebbe arrivare anche la “quattordicesima rafforzata“. Si tratterebbe di un altro provvedimento allo scopo di contrastare la diminuzione del potere d’acquisto delle pensioni.

Bonus 200 euro e Quattordicesima

Ma partiamo dal bonus: nel mese di luglio i pensionati con reddito inferiore a 35.000 euro riceveranno dall’Inps il bonus dei 200 euro una tantum. Il beneficio spetterà in automatico e senza la necessità di presentare alcuna domanda ai titolari di una o più trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria.

Il sostegno spetta anche ai titolari di pensione o assegno sociale o indennità di accompagnamento. Un’altra condizione indispensabile per riceverlo è che il pensionato risieda in Italia. Oltre al bonus abbiamo spiegato che i sindacati stanno facendo pressione sul governo per una sorta di quattordicesima rafforzata per le pensioni fino a 1.500 euro.

Ricordiamo che la quattordicesima è una somma che viene corrisposta in aggiunta alla pensione dall’Inps a luglio o a dicembre di ogni anno. Ad averne diritto non sono tutti i pensionati, bensì quelli di 64 anni che abbiano un reddito complessivo fino a un massimo di 1,5 volte il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti fino al 2016 e fino a 2 volte il trattamento minimo annuo del Fondo lavoratori dipendenti dal 2017.