Bonus, dopo luglio ad agosto arriva quello di 100 euro

Dopo il bonus 200 euro a luglio arriva il bonus tv di agosto: chi sono coloro che ne hanno diritto e in cosa consiste l’agevolazione

Fra i tanti incentivi del governo per i cittadini italiani c’è anche il bonus rottamazione Tv 2022, per favorire l’acquisto di nuovi apparecchi compatibili con il nuovo standard di trasmissione digitale terrestre DVB-T2 – HEVC MAIN 10. E’ consentito beneficiare di tale agevolazione rottamando contestualmente un televisore comprato prima del 22 dicembre 2018, data in cui è entrato in vigore lo standard di codifica sopra citato.

Il fine dell’incentivo è infatti proprio la sostituzione degli apparecchi televisivi obsoleti attraverso un corretto smaltimento dei rifiuti elettronici, in ottica di tutela dell’ambiente. Per quanto riguarda questo bonus rottamazione tv si parte dal 23 agosto, dopo la pubblicazione del decreto attuativo del 5 luglio 2021. Per ogni chiarimento sull’incentivo si utilizzino i canali ufficiali indicati nella pagina web del sito dedicata alla nuova tv digitale.

Bonus tv, per chi è e in cosa consiste

Ma vediamo quindi a chi si rivolge il bonus. A differenza del Bonus Tv Decoder, di questo possono usufruirne tutti i cittadini residenti in Italia senza limiti Isee. Ovviamente è possibile sfruttarne uno per nucleo familiare ed è necessario essere in possesso di alcuni requisiti. Bisogna appunto essere residenti i Italia, rottamare correttamente una tv acquistata prima del 22 dicembre 2018 ed essere infine in regola con il pagamento del canone di abbonamento al servizio di radiodiffusione. Ne hanno però diritto anche gli over 75, che proprio per legge sono esenti dal pagamento del canone in quanto un reddito familiare annuo non superiore agli 8mila euro.

Andiamo a capire quindi in cosa consiste il bonus. Si tratta di uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto fino ad un importo massimo di 100 euro. Il contributo è cumulabile per l’acquisto di un apparecchio anche con il Bonus tv decoder, ovviamente se si è in possesso di tutti i requisiti richiesti. Per la rottamazione bisogna compilare il modulo di autodichiarazione che certifichi il corretto smaltimento e poi potrà essere effettuata presso i venditori aderenti all’iniziativa.