200 euro, alcuni pensionati avranno più vantaggi di altri

Il bonus 200 euro annunciato dal Governo arriverà a breve: non tutti lo avranno ma una parte dei pensionati riceveranno più vantaggi di altri. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Il bonus 200 euro approvato nel Decreto Aiuti di Maggio verrà erogato a lavoratori dipendenti e pensionati nel cedolino riferito al mese di Luglio. Manca dunque poco al ricevere il bonus monetario una tantum che dovrebbe aiutare a sostenere le tasche degli italiani in questo momento di profonda crisi economica.

Ricordiamo che il bonus verrà erogato anche a lavoratori indipendenti, a partita iva, stagionali, colf e badanti; la platea di beneficiari è davvero grande e l’unico requisito importante per poter ottenere i 200 euro è di non possedere un reddito annuo lordo maggiore di 35.000 euro.

Di questo argomento ne abbiamo già trattato in precedenti sedi, andando a coprire nel dettaglio anche diversi casi riguardanti le varie categorie e rispondendo a tutte le domande che i cittadini si sono giustamente posti, nate anche dalla poca chiarezza del decreto in merito ad alcune categorie.

Oggi andiamo a rispondere alla seguente domanda: i pensionati riceventi una pensione estera, possono ricevere il bonus 200 euro? Facciamo un esempio; mettiamo caso che un soggetto cittadino italiano, da giovane, sia partito per andare a lavorare negli Stati Uniti e che li abbia lavorato per tutta la vita. Una volta raggiunta la pensione, questo ritorna in Italia.

Bonus 200 euro anche ai pensionati esteri?

La pensione dunque, viene erogata non dall’INPS italiana ma dall’ente previdenziale Statunitense; in questo caso il pensionato ha diritto a ricevere la somma bonus erogata dal Governo? Anche qui la questione non è stata affrontata nel dettaglio, ma in aiuto ci viene sempre l’art. 32 del Decreto Aiuti.

Questo specifica soltanto che possono percepirlo tutti i residenti in Italia con reddito 2021 non superiore ai 35.000 euro e con una pensione in decorrenza entro il 30 Giugno 2022.

Nello specifico, analizzando quali categorie di pensionati hanno diritto a beneficiare del bonus, troviamo chi è beneficiario di uno o più trattamenti pensionistici, chi è titolare di pensione o assegno sociale, per invalidi civili, ciechi e sordomuti e per chi percepisce l’indennità di accompagnamento.

Stando dunque alla norma descritta anche i pensionati residenti oggi in Italia che percepiscono pensioni da paesi esteri possono ricevere il bonus 200 euro, che viene erogato dall’INPS.