Bollette, cosa stiamo rischiando davvero con la crisi energetica

Arrivano aggiornamenti per quanto riguarda le bollette dell’energia elettrica. Ecco le ultime news riguardo questo argomento molto importante per le famiglie italiane. 

La guerra in Ucraina ha sconvolto anche l’economia europea. In particolare c’è un tema molto importante che il Governo dovrà risolvere che è quello della crisi energetica.

Ci sono stati, infatti, degli aumenti notevoli in questi mesi. Anche a luglio è previsto un rincaro del 15% per quanto riguarda l’energia elettrica. Del 45%, invece, per il gas.

Fortunatamente il Governo Draghi è intervenuto per evitare una nuova stangata per le famiglie italiane. C’è, infatti, un nuovo decreto che risolve, in parte, il problema degli aumenti dell’energia elettrica. Secondo quanto riportato dall’Autorità per l’energia, al di là di questo intervento del Governo le bollette saranno comunque in aumento rispetto allo scorso anno.

Sono stati stanziati circa 3 miliardi di euro per far fronte a questa crisi energetica. Intervento notevole e necessario per contribuire alle spese delle famiglie italiane. Per il terzo trimestre dell’anno, infatti, sono state annullate le aliquote sugli oneri generali di sistema elettrico che è applicato a tutti i contatori domestici e a quelli non domestici ma di bassa tensione (fino a16,5 kW).

Anche per quanto riguarda le bollette del gas, il Governo è intervenuto con la riduzione dell’Iva al 5%. Oltre a ciò, si è rafforzato anche il bonus sociale gas ed elettricità a favore di quei nuclei familiari più poveri. La cifra stanziata è di 116 milioni di euro. Per accedere serve avere una soglia di reddito di 8mila euro per i primi tre mesi dell’anno e 12 mila  euro per il secondo e terzo trimestre.

Inoltre anche per i servizi energetici si potrà fornire un prestito fino a 4 miliardi di euro per tutti gli operatori che comprano gas per stoccaggio ad ultima istanza. Una pratica, questa, di riserva che è fondamentale per l’Italia in vista del prossimo autunno e inverno. Con questo intervento, previsto nel terzo trimestre, si avrà un lieve aumento nella bolletta elettrica pari allo 0,4 % mentre il prezzo del gas rimarrà invariato e stabile per una famiglia tipo.