Così il Reddito di Cittadinanza diventa un bonus extra

Il Reddito di Cittadinanza starebbe per diventare un bonus extra. Scopriamo insieme cosa sta succedendo in merito alla misura fortemente voluta dal Movimento 5 Stelle.

Il Reddito di Cittadinanza è una misura che a partire dalla sua introduzione ha fatto registrare un aumento del parassitismo. Molti percettori del Reddito di Cittadinanza infatti continuano a rifiutare le offerte di lavoro offerte. Il caso che ha destato maggior scalpore è quello relativo alla Campania dove, a fronte di oltre 10 mila offerte di lavoro, numerosissime sono state i rifiuti.

E’ chiaro che molte forze politiche si stanno ponendo contro tale misura e per questo il Governo sta pensando all’introduzione di una modifica. Questa, in particolare, consiste nella possibilità da parte del beneficiario del reddito di non vedersi escluso dalla misura in caso di accettazione della proposta di lavoro. Al contrario, lo stesso potrà ricevere comunque il 50 per cento del beneficio riconosciuto determinando un importo più alto dello stesso. In poche parole, a differenza di quanto accade adesso con la nuova proposta si continuerebbe a percepirlo e per di più di importo più elevato. L’intento sarebbe quello di non decurtare il beneficio rendendolo compatibile con il lavoro stagionale. Tale proposta andrebbe a rispondere all’esigenza di lavoratori estivi. A mancarne, infatti, sono circa 300mila.

La misura, inoltre, sarebbe applicata al di là dello stipendio erogato al lavoratore. Questo, difatti, può incentivare a le persone ad accettare l’offerta di lavoro facendosi attirare dalla possibilità di usufruire di un Reddito di Cittadinanza più alto. Il Governo, infatti, vuole garantire ai datori di lavoro che operano nel settore turistico di poter disporre della manodopera necessaria. Si tratta dunque di una proposta che andrebbe ad aiutare il settore turistico e alberghiero che ha risentito più di tutti dell’introduzione del Reddito. Oltre a questa, anche Vincenzo De Luca ha proposto una misura che da diritto fino a 500 euro in più al mese per chiunque accetti un lavoro stagionale. Si arriverebbe alla decadenza della misura invece nel caso in cui si rifiutino due offerte lavorative. Non resta quindi che attendere l’approvazione della proposta che già ha raccolto il voto favorevole dalla maggioranza del Parlamento.