Il Governo prepara i nuovi bonus famiglie per la fine del mese, gioia ISEE bassi

Il Governo Draghi si dimostra ancora una volta molto sensibile alla tematica della crescente povertà in Italia e degli ISEE bassi.

Nella conferenza stampa seguita ad un recente confronto con le parti sociali, il presidente del consiglio Draghi ha annunciato corposi aiuti proprio per le famiglie più in difficoltà.

Pixabay

Questi aiuti saranno affrontati proprio con il decreto della fine di luglio e cerchiamo di capire cosa può cambiare per gli ISEE più bassi ma anche per tutti gli italiani.

I nuovi bonus

L’inflazione è veramente altissima e si profila all’orizzonte anche il rischio di una recessione economica.

Pixabay

Le famiglie in difficoltà sono veramente troppe e sono soprattutto le famiglie a basso reddito e con tanti figli a carico a soffrire di più. Il governo dunque prepara tutta una serie di interventi che possano aiutare le famiglie con ISEE più basso ma non solo. Innanzitutto si vuole mettere mano al bonus sociale sulle bollette. Oggi la platea del bonus sociale sulle bollette è piuttosto limitata perché soltanto gli ISEE fino a 12.000 euro possono effettivamente beneficiarne.

Bonus vecchi potenziati

Tuttavia secondo alcune indiscrezioni con il decreto della fine di luglio la soglia ISEE potrebbe essere aumentata a ben 20 mila euro e di conseguenza le famiglie e beneficiarne potrebbero crescere davvero tanto. Ma il governo non sta pensando soltanto a potenziare il bonus bollette. Anche il taglio delle accise dovrebbe essere prorogato anche oltre il due agosto. Il governo sta pensando a potenziare tanti bonus sociali esistenti ma soprattutto il Presidente del Consiglio draghi ha annunciato bonus e aiuti nuovi di zecca. In virtù di questi aiuti saranno soprattutto le famiglie più in difficoltà a poter avere una mano dal governo. Infatti il Presidente del Consiglio Draghi ha parlato di aiuti non strutturali ma proporzionali al reddito.

I nuovi aiuti

Dunque si tratterà di aiuti e di bonus che dureranno presumibilmente per tutto il periodo dell’alta inflazione e che saranno focalizzati soprattutto sulle famiglie con i redditi più bassi. Tuttavia attualmente il governo sta traballando a causa delle tensioni con il Movimento 5 Stelle. I 5 stelle sono preoccupati soprattutto perché il reddito di cittadinanza è messo sempre più in difficoltà dalle scelte del governo e di conseguenza vorrebbero proteggere questo strumento di contrasto alla povertà. Dunque alla fine di luglio si avrà maggiore chiarezza su questi nuovi aiuti.