I Bonus non bastano, come puoi ottenere la sospensione delle rate sul mutuo

L’Abi spiega tutte le condizioni del fondo di solidarietà per il mutuo sulla prima casa: chi può ottenerlo e come

Uno dei temi centrali dell’infografica per la sospensione delle rate del mutuo pubblicata dall’Associazione Bancaria è il Fondo di solidarietà mutui prima casa. Si tratta di uno strumento che vede le istituzioni pubbliche e le banche collaborare per varare misure straordinarie di aiuto alle fasce più deboli della popolazione. Negli ultimi due anni la misura del fondo è stata rafforzata e l’operatività è stata estesa fino al 31 dicembre 2022.

Viene concesso quindi di richiedere alla banca che ha erogato il mutuo la sospensione del pagamento fino a 18 mesi, allungando quindi il piano di ammortamento. La sospensione può essere chiesta se nei 3 anni precedenti si è verificata la morte o il riconoscimento di un handicap grave (minimo 80), la perdita del lavoro o la sospensione dello stesso per più di 30 giorni.

Mutuo, a chi spetta la sospensione delle rate

Un’altra condizione per la richiesta della sospensione del mutuo è la riduzione dell’orario di lavoro per un periodo sempre di almeno 30 giorni. A seguito dell’emergenza Covid, la richiesta può essere effettuata anche senza l’indicazione dell’Isee. Dopo la stessa emergenza la misura è stata estesa a lavoratori autonomi, liberi professionisti e imprenditori che dichiarino di aver avuto un calo del fatturato di almeno il 33%.

Possono richiedere la sospensione delle rate anche le cooperative edilizie per mutui di importo massimo pari al prodotto fra 400.000 euro e il numero dei rispettivi soci. In particolare la sospensione può essere concessa 6, 12 o 18 mesi in base al numero degli assegnatori. La stessa divisione viene per la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro. I 18 mesi sono concessi a una tempistica superiore ai 303 giorni.

La misura si applica ai mutui relativi a immobili adibiti ad abitazione principale non di lusso e che non superano l’importo di 250mila euro. Sono inclusi i muti in ammortamento di almeno un anno che non godono di agevolazioni.