€1000 al mese per sempre senza obbligo di lavoro: perché potrebbe avverarsi il sogno di RDB

Il reddito di base è uno degli argomenti più caldi su internet.

Se ne parla ovunque e ormai non si contano più gli italiani che chiedono questa misura rivoluzionaria. Avere uno stipendio garantito a vita senza fare nulla non è un’utopia.

Pixabay

Far partire il reddito di base in Italia costerebbe 35 miliardi all’anno. L’Italia attualmente spende per la spesa militare 37 miliardi all’anno.

E’ concreto e fattibile

Dunque parliamo di cifre che lo Stato può tranquillamente affrontare ma che cambierebbero radicalmente l’esistenza delle persone.

Pixabay

Fino al 2021 il concetto di reddito di base era praticamente sconosciuto agli italiani. Ma in questo 2022 questa consapevolezza è cresciuta in modo esplosivo nel nostro paese. Gli italiani si sono resi conto che questa misura è possibile e la richiedono a gran voce. I cosiddetti Basic Income Studies sono studi universitari che da decenni le più prestigiose università del pianeta portano avanti sull’ipotesi del reddito di base e che ne hanno dimostrato l’utilità e la fattibilità.

Parte in Europa ed anche gli italiani lo vogliono

Non a caso in Europa stanno partendo tanti progetti pilota di reddito di base universale che potrebbero partire anche in Italia. In Galles c’è uno dei progetti più ricchi che eroga addirittura 1700 euro al mese ai ragazzi che lasciano la casa dei genitori. Il reddito di base universale è una questione di cultura e di mentalità. Elon Musk ha recentemente sostenuto che il reddito di base universale nel giro di pochi anni diventerà un’assoluta necessità perché la tecnologia renderà i lavori sempre più obsoleti. In realtà è un fatto noto che nei prossimi anni milioni di posti di lavoro saranno eliminati a causa della tecnologia. Basti pensare al fatto che tutti i tassisti ed autotrasportatori saranno resi obsoleti dall’auto guida autonoma.

E’ una misura necessaria

Basta pensare al fatto che l’auto elettrica sta lasciando a casa tantissimi lavoratori del settore. Insomma il movimento per il reddito di base universale diventa sempre più forte. Ormai si può dire che non c’è una città in Italia dove non si sia un gruppo di attivisti che promuova questa idea. Lo si richiede con forza e anche su internet se ne parla sempre più spesso. Con l’arrivo della durissima recessione una misura del genere potrebbe salvare dalla miseria milioni di famiglie. Ma già oggi in Italia 5,6 milioni di cittadini sono in povertà assoluta e ne avrebbero estremo bisogno.