Bonus psicologo: pioggia di polemiche, ecco perché non riuscirai ad avere i €600 promessi

Il bonus psicologo è un’iniziativa molto importante messa in campo dal governo Draghi.

Ma come vedremo sul bonus psicologo ci sono veramente troppi problemi e in realtà ad averlo saranno ben pochi.

Pixabay

Tra l’altro anche quei pochi rischieranno di non finire la loro terapia. Vediamo che cosa sta succedendo. Il bonus psicologo ci ha messo tanto a partire perché il governo inizialmente non era molto convinto.

Troppe polemiche e pochi lo avranno

Questo bonus è stato annunciato alla fine del 2021 e tanti lo hanno ritenuto una misura veramente importante.

Pixabay

Infatti con la pandemia di covid sono emerse tante fragilità dal punto di vista psicologico e un bonus di €600 per aiutare gli italiani da questo punto di vista sembrava qualcosa di valido. Tuttavia il bonus non ha trovato spazio nella Manovra finanziaria ma poi è stato inserito qualche mese dopo. Proprio il 25 luglio partiranno le domande per richiedere il bonus psicologo e questa teoricamente dovrebbe essere una cosa positiva. Tuttavia vediamo perché il Codacons e altre associazioni a tutela dei consumatori in realtà siano molto perplesse riguardo questa misura.

Come fare la domanda

Per richiedere il bonus psicologo bisogna andare sul sito dell’Inps ed avere un ISEE entro i 50.000€. Tuttavia una volta fatta la domanda si rientrerà in una grande graduatoria. Questa graduatoria premierà i primi ad aver fatto domanda ma anche gli ISEE più bassi. Dunque in definitiva il fatto di fare domanda e il fatto di avere un ISEE entro i 50mila euro non garantiscono nulla. Saranno soltanto i primi ad aver fatto domanda e coloro i quali hanno un ISEE più basso a venire effettivamente premiati da questa misura. Ma ciò che le associazioni a tutela dei consumatori denunciano con più forza è che il budget a disposizione è basso e quindi purtroppo tanti resteranno senza bonus.

Il problema delle terapie lasciate a metà

Ma il problema è anche un altro. Infatti una terapia di sostegno psicologico contro i gravi danni lasciati dalla pandemia di covid e dalla durissima situazione economica attuale è difficile che possa essere compiuta nell’arco delle poche sedute garantite dai €600. Un sostegno psicologico molto spesso ha bisogno di essere duraturo nel tempo. Quindi il problema è cosa succederà a tutti quei pazienti che avranno terminato il numero delle sedute messe a disposizione dal bonus ma si ritroveranno con una terapia ancora da finire o peggio soltanto all’inizio. Sicuramente non sarà una situazione facile da gestire e di conseguenza questo bonus psicologico sta suscitando veramente tantissime perplessità. C’è chi chiede di potenziarlo e di ampliarlo ma al momento non c’è nessuna conferma da questo punto di vista.