Assegno unico: finalmente arrivano i nuovi bonus che lo rendono ricco, gioia delle famiglie

L’anno 2022 è stato un anno davvero rivoluzionario per le famiglie italiane.

Infatti tutti i vecchi bonus erogati per la famiglia sono spariti e al loro posto è arrivato soltanto l’assegno unico universale.

Pixabay

Alcuni hanno gradito questa novità mentre altri no. L’assegno unico universale eroga una determinata somma alla famiglia in proporzione all’isee e al numero dei figli.

I nuovi bonus per potenziare AU

Si tratta quindi di un aiuto concreto per i nuclei familiari.

Pixabay

Sono soprattutto i nuclei familiari più poveri e con più figli a carico ad avere l’assegno unico più ricco. Una famiglia con ISEE particolarmente basso e che abbia quattro figli a carico può arrivare ad avere circa €1.000 al mese. Tuttavia l’assegno unico ha fatto sparire tutti gli altri bonus precedenti. Ma vediamo adesso i bonus che è possibile ancora cumulare con l’assegno unico e quelli nuovi in arrivo. Innanzitutto con l’assegno unico universale è possibile cumulare il bonus nido. Le famiglie entro un certo ISEE possono avere dai 0 ai 3 anni un bonus per l’asilo nido.

I bonus sono molteplici ed utili

Questo bonus eroga una cifra in proporzione al numero dei mesi effettivamente frequentati dal bimbo. Questo bonus va ad agevolare sia i nidi pubblici che quelli privati. È stato calcolato che una famiglia con ISEE basso tra assegno unico e bonus nido possa arrivare a percepire addirittura 445 euro al mese per ogni figlio. Ma oltre al bonus nido c’è anche un altro bonus che si può percepire dai 5 ai 18 anni di età del figlio. Infatti dai 5 ai 18 anni di età del figlio si possono percepire i €1000 all’anno del bonus musica. Il bonus musica è una detrazione IRPEF al 19%. che va ad agevolare tutte le spese per l’educazione musicale del figlio. Quindi con questo bonus tutte le varie spese per il Conservatorio o per la scuola di musica o per Cori o bande riconosciute possono essere agevolate al 19%.

Ci sono anche quelli per la scuola

Si tratta di un bonus sicuramente importante ma bonus ancora più importanti arrivano per la scuola. Infatti le regioni hanno già fatto partire nel corso di questa estate i bonus scuola dedicati proprio alle famiglie con ISEE basso. Dunque saranno proprio le famiglie con ISEE più basso a poter beneficiare delle borse di studio messe a disposizione dalle regioni. Si tratta di borse di studio molto variegate perché sono proporzionali all’ISEE. Tuttavia ci sono regioni particolarmente generose come la Lombardia che arrivano ad erogare addirittura 2.000 euro in alcuni casi. Quindi in realtà l’assegno unico universale può ancora essere cumulato con ricchi bonus ed è sicuramente importante verificarli anche a livello locale.