Perchè potresti andare in pensione già oggi (e non lo sai)

In presenza di determinati requisiti, potresti andare in pensione già da oggi e non lo sai: scopriamo insieme quali sono.

Molte persone desiderano andare in pensione subito e non sanno che è possibile avverare il proprio sogno sfruttando delle alternative alla Riforma Fornero. In presenza di determinati requisiti, infatti, si può andare in pensione già da oggi.

La Riforma Fornero ha spento le speranze di molti lavoratori che sognavano di andare in pensione presto e smettere di lavorare. La legge in questione, infatti, prevede il pensionamento a 67 anni di età e con 20 anni di contributi. A tal proposito, però, va detto che ci sono delle alternative che consentono di avverare il proprio sogno, smettendo di lavorare e percependo un sostegno economico, almeno fino a quando non si andrà in pensione in maniera vera e propria. Tanto per cominciare, è possibile smettere di lavorare a 63 anni grazie all’anticipo pensionistico nota come Ape Sociale. In questo caso, infatti, è possibile non lavorare più percependo un sostegno a carico dello Stato ma finanziato da una Banca. L’accesso al pensionamento vero e proprio poi avviene una volta raggiunti i requisiti previsti dalla normativa in vigore. Ad ogni modo tra i requisiti per beneficiare della misura ci sono l’essere invalidi, disoccupati, caregivers o rientrare nella categoria di coloro che svolgono lavori particolarmente usuranti.

Non solo, è possibile andare in pensione a 64 anni accedendo a Quota 102. In tal caso, bisogna però aver versato 38 anni di contributi senza contare che si tratta di una misura in scadenza che è stata fissata al 31 dicembre 2022. Nel caso in cui invece si siano versati 41 anni di contributi si potrebbe accedere a Quota 41 rivolta a coloro che  riservata a coloro che rientrano nella categoria dei lavoratori che hanno cominciato a versare i contributi prima dei 19 anni o anche di coloro che sono soggetti fragili o disoccupati o caregivers. In presenza di tutti i suddetti requisiti, tra le altre cose, è possibile raggiungere il diritto al pensionamento in anticipo rispetto all’età previsa dalla normativa in materia di pensione anticipata. In questo caso, infatti, vengono contemplati soltanto gli anni di contributi e non dunque l’età che prescinde dalla possibilità di avere accesso a quota 41.