Reddito di Base: arriverà anche in Italia ma i tempi non sono certi, chi lo avrà prima

Il reddito di base universale rappresenta sertamente una grande speranza ma anche una grande rivoluzione sociale.

Il reddito di base universale infatti è un reddito erogato a tutti a prescindere dall’isee e dalla concreta ricerca di un lavoro.

Pixabay

Fino al 2021 gli italiani sostanzialmente non conoscevano questa possibilità. Ma è proprio dal 2022 che il reddito di base universale è diventata una delle istanze sociali più richiesta nel nostro paese.

Una rivoluzione che può sbarcare anche in Italia

Si tratta di un reddito minimo erogato a tutti a prescindere dall’isee e dalla ricerca di un lavoro.

Pixabay

Questo significa che è un reddito completamente diverso rispetto al reddito di cittadinanza. Come sappiamo il reddito di cittadinanza probabilmente sarà cancellato dal prossimo governo di centrodestra. Ma gli italiani guardano oltre e guardano la misura del reddito di base universale. Infatti in tanti paesi d’Europa dei progetti pilota di reddito di base universale sono già partiti. Ad esempio in Galles vengono erogati addirittura 1700€ al mese a tutti i ragazzi che lascino la casa dei genitori.

L’iniziativa italiana

In Italia c’è un’iniziativa chiamata Ubi for all che eroga 800 euro al mese per 12 mesi. Tuttavia Ubi for all è una semplice lotteria che punta sensibilizzare gli italiani sul tema del reddito di base universale. Il reddito di base universale prima o poi probabilmente arriverà anche in Italia. Personaggi del calibro di Bill Gates o Elon Musk sostengono che il reddito di base universale sia assolutamente indispensabile e che prima o poi arriverà ovunque. Infatti proprio l’automazione e l’intelligenza artificiale rendono tanti posti di lavoro sempre più a rischio. Di conseguenza la disoccupazione tecnologica arriverà presto a minacciare sempre più posti di lavoro. Quindi se i posti di lavoro diventano sempre meno a causa della disoccupazione tecnologica è assolutamente indispensabile che ci sia un contrappeso dal punto di vista del reddito di base universale.

Sarà inevitabile

Infatti proprio il reddito di base universale può garantire quel denaro minimo che consenta una vita dignitosa a tutti. Quando c’è stato il grande referendum europeo sulla istituzione del reddito di base universale proprio l’Italia è stato il paese più dinamico nella raccolta di firme. Oggi sono tanti gli italiani che lo chiedono il gran voce alle istituzioni. Non è detto che ben presto il dibattito sul reddito di base universale cominci anche in Italia così come nel resto d’Europa. Secondo tanti grandi economisti il reddito di base universale è inevitabile e prima lo si istituisce e meglio è.