Bollette, fra poche settimane cambia tutto. Ma in meglio

Si avvicina una boccata d’aria per le tasche degli italiani: nei prossimi mesi cambiano le modalità delle bollette di luce e gas. Ecco cosa sta succedendo.

Arera ha annunciato una novità: il prezzo del gas verrà aggiornato ogni mese invece che ogni 90 giorni; una buona notizia per le famiglie con un contratto del gas su mercato tutelato. Le novità scattano ad Ottobre.

“L’ulteriore drammatica crescita dei prezzi all’ingrosso dell’energia, legata al conflitto in Ucraina e alla riduzione dei flussi di gas praticata dalla Russia, ha portato l’Autorità ad introdurre misure a tutela dei consumatori e a garanzia della continuità delle forniture”, scrive Arera in un comunicato.

Il nuovo metodo di calcolo del prezzo del gas è entrato in azione a causa della crisi e rimarrà in vigore fino a Gennaio 2023, ma potrebbe essere prorogata fino alla fine della tutela sull’elettrico, prevista per il Gennaio 2024.

Stefano Besseghini, presidente dell’Autorità, ha dichiarato: “Prezzi troppo elevati, una guerra in corso ed un chiaro uso del gas come leva geopolitica ci chiamano ad interventi straordinari, per cercare di garantire la difesa del consumatore e la sicurezza della fornitura”.

Più trasparenza in bolletta: ecco come tutelano il prezzo del gas

“Il ricorso ad un meccanismo più dinamico di formazione del prezzo permetterà di non trasferire al consumatore i costi di copertura del rischio e di trasferirgli invece, immediatamente, i vantaggi derivanti da eventuali decisioni, come il tetto al prezzo del gas, che si dovessero assumere a livello europeo”.

Il valore della materia prima, in questo caso il gas, verrà riportato all’inizio di ogni mese seguente a quello di riferimento, sul sito dell’Autorità. Ai venditori è stata richiesta massima trasparenza, soprattutto in bolletta, per tutelare ancor di più i consumatori.

Quest’ultimi sono più che felici della novità. Il responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori, Marco Vignola, ha dichiarato: “E’ un’ottima notizia! Accolte le richieste che facevamo da mesi all’Authority”.

“Ora però anche il Governo Draghi deve fare la sua parte e intervenire immediatamente per rinviare la scadenza del mercato tutelato del gas prevista per il 1° gennaio 2023, come chiede oggi Arera e ha già chiesto da mesi”.