Crisi d’autunno, quando conviene davvero la sospensione del mutuo

Sono in molti a chiedersi se convenga sospendere il mutuo in vista della crisi d’autunno. Approfondiamo la questione.

L’acquisto di una casa è sempre un passo importante nella vita di ognuno e a tal proposito non tutti sanno che è possibile sospendere le rate del mutuo con l’Istituto di Credito. Al riguardo però è bene sapere che ci sono dei casi in cui è più conveniente.

Per aiutare le famiglie che si sono ritrovate a dover fare i conti con le conseguenze generate dalla pandemia causata dal covid, infatti, il governo ha introdotto una serie di misure. Tra queste c’è proprio la possibilità di sospendere le rate del mutuo, misura che tra l’altro è stata prorogata. Nello specifico, si tratta di una possibilità che determina una temporanea interruzione delle rate del mutuo e non dunque una cancellazione definitiva. Nello specifico, durante tale periodo, una metà resta a carico di colui che ha aperto un mutuo con la Banca, l’altra metà relativa agli interessi maturati saranno a carico del noto Fondo Gasparrini. Va da sè che una volta terminato il periodo di sospensione, si dovrà ritornare a pagare regolarmente.

In questo caso, la durata relativa al mutuo subirà un allungamento e la parte a carico del mutuatario sarà accumulata e distribuita negli anni, a partire dalla fine della sospensione. Alla luce di questo sorge spontaneo chiedersi se sia realmente conveniente usufruire fella possibilità in esame. Ebbene, questa agevolazione risulta essere particolarmente indicata nel caso in cui ci si ritrovi con una riduzione dell’orario di lavoro o in caso di perdita dello stesso. In poche parole, il motivo per il quale è consigliato ricorrere alla sospensione del mutuo è legato essenzialmente ad una riduzione di quelle che sono le entrate economiche del mutuatario. Un altro caso in cui risulta essere particolarmente conveniente infine è nei primi anni del mutuo. In questo periodo infatti gli interessi risultano essere molto più elevati rispetto agli anni successivi per questo beneficiare di un aiuto statale potrebbe rivelarsi estremamente vantaggioso. Al di fuori di questi casi, dunque, risulta essere più che mai sconsigliato il ricorso all’incentivo in esame.