I pensionati rischiano di vedersi bloccata la pensione se non presentano questo documento on-line

Le notizie riguardo le pensioni sono sicuramente positive perché con il decreto aiuti bis di agosto ci sarà un incremento delle pensioni.

Tuttavia arrivano nuovi adempimenti per i pensionati e se non si presenta uno specifico documento la pensione verrà letteralmente bloccata dall’INPS.

Pixabay

Una pensione bloccata è sicuramente qualcosa di terribile per il pensionato che vive solo di essa e quindi cerchiamo di capire sia la questione degli aumenti che anche la questione del blocco delle pensioni.

Attenzione alle pensioni

Innanzitutto con il decreto aiuti bis di agosto il Governo è andato a intervenire sia sugli stipendi che sulle pensioni.

Pixabay

Infatti il decreto aiuti bis nasce proprio per cercare di contrastare i gravi aumenti del costo della vita. La vita diventa sempre più cara e quindi c’era necessariamente bisogno di adeguare gli stipendi e le pensioni. Gli stipendi sono stati aumentati con un taglio contributivo. Già all’inizio dell’anno c’era stato un taglio contributivo ma adesso il governo ne aggiunge un altro per potenziare ulteriormente gli stipendi.

Il modello da presentare

Quindi con questi due tagli contributivi gli stipendi saranno notevolmente più elevati fino alla fine dell’anno. Poi l’anno prossimo dovrebbe arrivare il taglio del cuneo fiscale vero e proprio. Ma la questione più calda è quella delle pensioni. Infatti sulle pensioni c’è sia il discorso degli aumenti ma anche quello della modulistica in grado di bloccare concretamente l’erogazione della pensione. L’aumento delle pensioni quest’anno il governo lo farà grazie all’anticipo della perequazione di gennaio.. infatti all’inizio di ogni anno le pensioni vengono aumentate in proporzione all’inflazione. Normalmente questo aumento è veramente bassissimo ma l’anno prossimo l’aumento sarà forte. Infatti l’inflazione è molto alta e quindi l’aumento del prossimo gennaio 2023 sarà consistente.

Il modello indispensabile

Il governo ha pensato quindi di anticipare questo aumento all’autunno in modo tale da dare subito una mano ai pensionati. Ma l’INPS ha chiarito che per evitare il blocco della pensione c’è bisogno di presentare il documento RED e quello INV CIV. Queste due documentazioni sono molto importanti perché consentono all’INPS di verificare che effettivamente la pensione erogata sia corretta. Questi documenti vanno presentati attraverso il CAF oppure per via telematica attraverso il sito dell’Inps. Presentare questi documenti è veramente importante perché altrimenti si rischia in effetti il blocco della pensione.