Fisco, attenzione alla data del 22 Agosto

Le vacanze estive non fanno tirare il freno a mano al Fisco: ci sono delle scadenze di cui è meglio non dimenticarsi.

Il Fisco non va in ferie, anche la parvenza di normalità data dalle strutture turistiche in assetto pre-pandemico rischia di essere un lenitivo piuttosto che una cura.

Ansa, Roma

Settembre, anche per le elezioni parlamentari programmate, finirà per arrivare prima di quanto ci si aspetti. Ecco perché il torrido agosto appena iniziato ha assunto l’aspetto preoccupante di un rettilineo finale proprio per quel che riguarda le scadenze fiscali. Tema importante (tanto per cambiare), con una parte degli schieramenti politici in campo che ha già da tempo alzato il pressing per la realizzazione di una nuova pace fiscale.

Ecco il calendario del Fisco

Meglio però prendere con le molle ogni promessa elettorale! Sappiamo che la realizzazione di progetti di interesse comune si scontra, ormai da tempo, con un quadro politico fin troppo fragile, meglio armarsi di penna rossa e cerchiare sul calendario gli appuntamenti che, anche ad agosto, caratterizzeranno la nostra agenda con il Fisco.

Pixabay

Imprese e cittadini, nel pieno del solleone come durante il freddo invernale, saranno chiamati al pagamento lungo tutto il mese, con appena qualche deroga sulle naturali scadenze a fare da cachet. E attenzione perché si comincia presto: al prossimo 8 agosto saranno infatti fissati buona parte degli appuntamenti, con richiami scaglionati che, per i vari contribuenti, si protrarranno fino a fine mese, con una sola (piccola) pausa nei pressi di Ferragosto.

8 agosto, suona la prima campanella del Fisco

Per quanto riguarda l’8 agosto, lunedì venturo, suona la campana per le rate della Rottamazione ter e del Saldo e stralcio delle cartelle esattoriali. La prima scadenza, in realtà, era stata prevista al 31 luglio ma, considerando i canonici cinque giorni di tolleranza, il gong è posticipato a inizio settimana prossima. Il riferimento è alle rate in scadenza nel 2021; con pagamento da effettuare tramite apposito bollettino già inviato dall’Agenzia delle Entrate. Corrispondono ai versamenti non ancora effettuati. In particolare, si parla delle rate con scadenza 28 febbraio, 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre 2021 (Rottamazione) e 31 marzo e 31 luglio 2021 (Saldo e stralcio).