Bancomat e conto corrente: il Fisco incrocia i dati con quelli della spesa al supermercato, che stangata

Arrivano controlli sempre più forti sul bancomat e sul conto corrente perché il governo vuole assolutamente contrastare l’evasione fiscale e anche il riciclaggio di denaro sporco.

L’evasione fiscale e riciclaggio di denaro sporco sono due autentiche piaghe nel nostro paese e il governo le vuole contrastare con controlli sempre più approfonditi che sfruttano l’incrocio dei dati ma anche l’intelligenza artificiale.

ANSA

Vediamo come funzioneranno questi nuovi controlli. L’Agenzia delle Entrate si è dotata di due potenti strumenti informatici per riuscire a contrastare l’evasione fiscale e il riciclaggio di denaro sporco.

Incrociare i dati

Questi due potenti strumenti informatici sono la super anagrafe dei conti correnti e l’intelligenza artificiale vera.

Pixabay

Grazie alla super anagrafe dei conti correnti tutti i movimenti sul conto corrente, sul bancomat e sulla carta di credito vengono attentamente monitorati e i dati vengono incrociati con  tanti altri dati sensibili del contribuente. E’ proprio incrociando tutti questi dati che qualsiasi comportamento anomalo sarà immediatamente oggetto di accertamento. Ma per poter analizzare una tale mole di dati c’è bisogno di un algoritmo molto avanzato. Questo algoritmo è proprio l’intelligenza artificiale vera.

Intelligenza artificiale e movimenti sospetti

Proprio incrociando tanti dati sensibili relativi alla vita del cittadino si potranno scoprire proprio tutte quelle anomalie che possono portare il fisco ad identificare un’evasione fiscale o un caso di riciclaggio di denaro sporco. Anche analizzare le spese di tutti i giorni evidenziate dalla carta di credito magari al supermercato può essere importante. Una famiglia che dovesse essere sorpresa a spendere troppo poco o anche troppo potrebbe essere facilmente attenzionata. Oppure una famiglia che utilizza i conti cointestati potrebbe dare l’impressione al fisco di voler far transitare il denaro in modo occulto.

Controlli automatizzati ed approfonditi

Insomma anche comportamenti apparentemente banali possono essere l’occasione di scoprire dei meccanismi predisposti proprio al fine di aggirare il fisco oppure di riciclare denaro di dubbia provenienza. Si tratta di controlli assolutamente di nuova generazione e anche assolutamente automatizzati. Questi controlli sono molto particolareggiati anche perché la situazione economica del contribuente viene tenuta in grande considerazione. Tutte le spese ma anche i movimenti che non sembreranno proporzionati alla situazione economica del contribuente saranno subito oggetto di attenzione. Il rischio di questi controlli può essere che anche operazioni in buona fede possano far partire gli accertamenti.