Bonus da €500 ma si può richiedere solo fino al 31 agosto: corsa delle famiglie

Come sappiamo le famiglie sono sempre più interessate ai bonus perché hanno oggettiva difficoltà ad andare avanti.

I nuclei familiari sono sempre molto attenti all’uscita di nuovi bonus e nuovi aiuti che possano consentire di fronteggiare la forte inflazione ma anche il problema dei redditi bassi.

ANSA

In Italia i bonus vengono molto criticati da alcuni che li definiscono una politica di tipo assistenzialista.

Un bonus utile e prezioso per le famiglie con figli

Eppure senza i bonus sarebbe difficile andare avanti per tante famiglie.

Pixabay

Proprio per questo il bonus da 500 euro può essere molto interessante per le famiglie. Anche perché da quando c’è stata la pandemia di covid e poi l’inflazione sempre più nuclei familiari sono finiti in difficoltà. Questo bonus da 500 euro da richiedere entro il 31 agosto è il bonus cultura per i diciottenni. Il bonus cultura per i diciottenni è un voucher da 500 euro che i nati nel 2003 possono richiedere per poter acquistare una lunghissima serie di prodotti e di attività culturali.

Si può usare in tanti modi

Col bonus cultura si possono comprare libri, libri digitali, abbonamenti alle riviste, accesso a teatri, musei ed eventi culturali, corsi di lingue. L’elenco è veramente sterminato perché chiaramente qualsiasi prodotto di tipo culturale può essere tranquillamente acquistato con il bonus cultura. Quindi non ha importanza che questi prodotti siano cartacei o digitali perché comunque sia possono beneficiare di questo bonus. Tuttavia sul bonus cultura c’è da fare una importantissima precisazione. Questo bonus esiste da tanti anni e ormai si è visto che ogni anno dei negozianti senza scrupoli si offrono di convertire il bonus cultura in danaro contante ai ragazzi.

Attenzione alle truffe ed ai comportamenti sbagliati

La truffa funziona così: il commerciante simula la vendita di prodotti culturali come ad esempio dei libri ma in realtà non vende nulla al ragazzo e gli dà 500 euro da spendere come vuole. Il commerciante ovviamente tratterrà sempre una percentuale, ma queste truffe vengono regolarmente scoperte ed è un problema sia per il negoziante che per i ragazzi. Quindi sicuramente il bonus cultura è un’occasione da non perdere ma bisogna stare attenti a queste pratiche molto pericolose.