Reddito di base universale e reddito di solidarietà: in autunno può cambiare tutto

Con l’arrivo del nuovo governo di centro-destra potrebbero arrivare delle misure realmente innovative per i cittadini e dunque è importante capire di che cosa si tratta.

A settembre ci saranno le elezioni politiche e così l’Italia avrà un nuovo governo. Quasi certamente a guidare questo governo sarà Giorgia Meloni perché attualmente Giorgia Meloni è la leader del partito che gode il più alti favori dell’elettorato.

ANSA

Quindi in sostanza sarà proprio la formazione di centrodestra a introdurre quelle nuove misure sociali che poi andranno a caratterizzare la vita di tutti i giorni dei cittadini italiani.

Reddito di solidarietà

Due misure di cui ultimamente si sta parlando moltissimo sono il reddito di solidarietà e il reddito di base universale.

Pixabay

Si tratta di due misure estremamente diverse che però è importante conoscere. Giorgia Meloni ha promesso che una volta andata al potere cancellerà il reddito di cittadinanza. Infatti il reddito di cittadinanza è stato sempre molto avversato dai politici del centrodestra. Tuttavia Giorgia Meloni non desidera cancellare il reddito di cittadinanza e basta ma ha dichiarato che desidera sostituirlo col cosiddetto reddito di solidarietà o assegno di solidarietà. Secondo chi polemizza con questa idea, sostanzialmente si va a sostituire un reddito di cittadinanza con una sua variante. Ma Giorgia Meloni ha sostenuto che il reddito di solidarietà è molto diverso.

Chi potrà averlo

Il reddito di solidarietà può essere percepito soltanto dalle famiglie che abbiano un ISEE entro i 15.000€ e che nei sei mesi precedenti alla domanda non abbiano percepito alcun tipo di reddito. Per poter avere il reddito di solidarietà le famiglie devono avere non più di un immobile. Inoltre le famiglie devono essere di cittadinanza italiana o di un altro stato dell’Unione Europea e devono essere residenti in Italia da almeno 10 anni. Con il reddito di solidarietà si avranno 400 euro al mese. Questi 400 euro al mese saranno aumentati di €250 al mese per ogni minorenne presente nel nucleo familiare.

Il reddito di base

Inoltre altri 250 euro al mese saranno concessi per ogni ultrasessantenne presente nel nucleo familiare e per ogni disabile. Il limite del reddito di solidarietà e che potrà essere erogato soltanto per 12 mesi non rinnovabili. Invece il reddito di base universale è una vera e propria rivoluzione sociale per quello che riguarda il Welfare europeo e gli italiani lo stanno chiedendo con sempre più forza. Il reddito di base universale garantirebbe una cifra minima ad ogni donna uomo e bambino in modo tale da essere sempre sicuri di avere un minimo per andare avanti. Progetti pilota di questo rivoluzionario reddito sono partiti in tutta Europa e anche in Italia i cittadini lo chiedono con forza.