Bonus edilizi, ripartono i controlli: cosa c’è da temere

Stanno ripartendo i controlli per quanto concerne i bonus edilizi: ecco cosa c’è da temere.

I bonus edilizi rientrano nella categoria degli incentivi messi in campo dal governo per incentivare gli interventi da parte dei cittadini sulle proprie abitazioni al fine di migliorarne le condizioni.

A tal proposito, è bene sapere che sono cominciati i controlli sui bonus edilizi al fine di andare a caccia di eventuali condotte illecite.

Bonus edilizi, ripartono i controlli

L’introduzione di questi incentivi, difatti, ha comportato il verificarsi anche di molte frodi che ha comportato una perdita di gettito per le casse dello Stato fino a 5,6 miliardi di euro. In ogni caso, stando ai dati raccolti durante il corso del mese di giugno, si sta assistendo ad una diminuzione di questo importo sicuramente grazie ai controlli messi in campo dall’Agenzia delle Entrate che tra l’altro ha reso note le modalità che seguirà per effettuare i controlli. In particolare, sarà prevista una priva fase durante la quale saranno vagliate le comunicazioni inviate dal contribuente confrontandole con quelle presenti nell’anagrafe tributaria. In assenza di eventuali incongruenze, partirà la seconda fase che consiste nell’avvio di verifiche volte a identificare i rischi o le eventuali anomalie.

Nel caso in cui venissero riscontrate, l’Agenzia potrebbe procedere con la sospensione per 30 giorni della domanda presentata dal contribuente. In caso di conferma delle anomali, questa potrebbe essere rifiutata e dunque non presa in considerazione. Infine, è stata prevista un’ulteriore fase dei controlli, la terza, volta a scovare eventuali violazioni relative all’utilizzo della documentazione al fine di farsi carico di minori imposte. Va detto tra le altre cose che al momento non è stato ancora chiarito quali potrebbero essere le conseguenze relative al riconoscimento delle predette anomalie. In poche parole, non è chiaro se si potrebbe andare incontro a conseguenze penali. Al di là di questo è comunque importante fare molta attenzione ai controlli messi in atto dal Fisco per evitare ogni possibile problema. Si tratta, ad ogni modo, di controlli resi necessari dalle continue frodi messe in atto da molti malintenzionati che difatti hanno rubato alle casse dello stato miliardi di euro che sarebbero potuti servire per attuare interventi di sostegno sociale.