Nuovi allarmi sul bancomat e sulla Postepay: gli errori da non fare e le soglie da non superare

Due nuovi allarmi si segnalano sul bancomat e sulla Postepay ed è importante capire che cosa sta succedendo.

In realtà sul bancomat le novità purtroppo sono varie. Innanzitutto da ottobre molto probabilmente ci sarà un aumento delle commissioni.

Pixabay

Infatti la società bancomat Spa ha chiesto all’autorità che le commissioni sul bancomat vengano aumentate fino addirittura ad €1,50 per ogni prelievo.

Cosa cambia la bancomat

Dunque da ottobre per ogni prelievo che si farà su un bancomat di una banca diversa dalla propria ci potrebbe essere addirittura una commissione di un euro e 50 centesimi.

Pixabay

Ma sul bancomat arriva anche un’altra novità. Infatti i bancomat vengono direttamente monitorati dall’agenzia delle entrate tramite lo strumento della super anagrafe dei conti correnti e delle nuove intelligenze artificiali preposte proprio al controllo dei conti. Quindi il prelievo bancomat viene particolarmente attenzionato dal fisco che vuole evitare ad ogni modo che i soldi presi dal bancomat finiscano in pagamenti in nero. Dunque attenzione a non superare soglie di prelievo che possano apparire sospette. Ma un nuovo allarme arriva anche sulla carta Postepay.

Problemi sulla Postapay

Infatti a tanti titolari della carta Postepay in questo periodo sta arrivando un messaggio nel quale si dice che il proprio conto è già bloccato oppure è a rischio di blocco. I titolari della carta Postepay ovviamente sono in allarme per tutta questa situazione, ma in realtà bisogna stare molto attenti perché si tratta di un tentativo di frode informatica. Infatti in questi messaggi c’è sempre un link che è molto pericoloso. Infatti proprio cliccando su questo link il titolare della carta Postepay finirà su una piattaforma in grado di carpire i dati del suo conto.

Cosa evitare per non rischiare

Dunque quando il titolare della carta Postepay riceve questo genere di messaggi e di comunicazioni deve stare molto attento a non fidarsi e soprattutto deve stare molto attento a non cliccare sul link. Purtroppo questi tentativi di frodi informatiche si stanno moltiplicando e per gli italiani diventa particolarmente importante non caderci. Tra l’altro non sono soltanto i titolari di carte Postepay ad essere nel mirino dei truffatori. Infatti comunicazioni simili arrivano anche utilizzando i nomi di famose banche.