Può apparire paradossale ma attualmente il fisco sta dedicando una grande attenzione proprio a pensionati e dipendenti.

Si tratta di due categorie che tradizionalmente il fisco aveva sempre controllato poco perché il grosso dell’evasione fiscale in realtà lo fanno i professionisti e gli imprenditori.

ANSA

Dunque tradizionalmente i pensionati e i dipendenti erano sempre stati poco controllati perché sostanzialmente il loro reddito proviene dal cedolino della pensione o dalla busta paga e quindi per loro fare evasione fiscale è quasi impossibile.

Il perchè dei nuovi controlli

Tuttavia oggi le cose stanno cambiando. Infatti il fisco si è reso conto che proprio i pensionati e i dipendenti possono facilmente essere utilizzati come prestanome da soggetti desiderosi di fare evasione fiscale riciclaggio di denaro sporco o altre pratiche opache. In passato sarebbe stato impossibile controllare i milioni di pensionati e dipendenti italiani e chiaramente per il fisco sarebbe stata una dispersione di energie investigative veramente incredibile. Tuttavia oggi i controlli sui conti correnti sono facilissimi per il fisico perché c’è la super anagrafe dei conti correnti e anche l’intelligenza artificiale vera.

Come funzionano i controlli

Quindi oggi il fisco può controllare in modo assolutamente metodico tutte le operazioni fatte dai pensionati e dai dipendenti e tutti i bonifici che questi ricevono.

Pixabay

In caso di bonifici provenienti da fonti sospette o comunque sia in caso di movimenti che appaiano strani il pensionato o il dipendente pubblico o privato saranno immediatamente chiamati a giustificare questi movimenti. Sono proprio gli algoritmi a disposizione del fisco che consentono questa particolare capacità investigativa. Infatti oggi gli algoritmi a disposizione del fisco possono analizzare in modo molto approfondito e molto automatizzato i movimenti sui conti.

Cosa si dovrà giustificare al fisco

Quindi andare ad evidenziare un qualsiasi movimento sospetto sarà assolutamente facile per il fisico e anche il comune cittadino che riceva una semplice pensione potrà essere chiamato a giustificare i suoi movimenti. In questo modo il fisco punta a stanare quell’evasione fiscale che si serve proprio di questi soggetti per mettere in campo le sue trame. Si tratta di una svolta veramente forte per quello che riguarda i controlli fiscali perché chiaramente senza le potenzialità dell’intelligenza artificiale e di questi algoritmi di questo genere di controlli sarebbe stato assolutamente impossibile.

Impostazioni privacy