Le stangate sulle bollette e sulla benzina sono veramente fortissime e tante famiglie rischiano di non riuscire ad andare avanti.

A causa della guerra in Ucraina e della fortissima inflazione i costi energetici sono saliti alle stelle e questo significa che le bollette di luce e gas nel periodo di settembre-ottobre subiranno un’impennata veramente tremenda.

ANSA

Ma anche per quanto riguarda i carburanti sta avvenendo qualcosa del genere.

I nuovi bonus aggiuntivi

Infatti proprio diesel e benzina rischiano di crescere ancora di più di prezzo. Se sul fronte del gas è Putin ad aver chiuso i rubinetti e ad aver messo seriamente nei guai il nostro paese, sul fronte dei petrolio sono in generale tutti i paesi produttori di petrolio che stanno diminuendo sensibilmente la produzione e quindi stanno determinando una durissima stangata sul diesel e sulla benzina. Proprio da questo punto di vista diventano preziosi i nuovissimi aiuti che il governo ha messo in campo per quanto riguarda le bollette e anche per quanto riguarda i carburanti.

Bonus ulteriori dal governo

Innanzitutto per quanto riguarda le bollette sono stati confermati i vecchi bonus sociali su luce e gas.

Pixabay

Quindi i vecchi bonus sociali per le famiglie con ISEE entro i 12.000€ oppure per quelle con isee entro i €20.000 ma con quattro figli a carico sono stati confermati nel decreto di agosto. Anche per quanto riguarda la benzina è stato confermato il taglio sulle accise. Ma la cosa più importante sono i nuovi bonus da 200 euro e anche da 600€. Il bonus da 200€ sarà erogato per quanto riguarda la benzina mentre il bonus fino a 600 euro può essere erogato per quello che riguarda i consumi della luce e anche quelli del gas. Questi bonus sono sicuramente due bonus molto ricchi e molto importanti anche perché saranno proprio i dipendenti a poterli ricevere.

Ecco come averli

Il datore di lavoro può erogare fino a 200 euro di bonus per la benzina fino a 600€ per luce gas direttamente al lavoratore e direttamente sulla busta paga. La cosa vantaggiosa di questo bonus è che la cifra messa in campo dal datore di lavoro sarà completamente esentata dalle tasse e quindi il bonus che il lavoratore riceve in busta paga sarà netto. Di conseguenza tutti i datori di lavoro che lo riterranno opportuno potranno erogare questi bonus ai loro dipendenti che li riceveranno ma non saranno trattati come reddito e quindi non ci saranno le imposte.

Impostazioni privacy