Arrivano i bonus per la scuola e quelli per i supermercati: con la mossa di Draghi addio caro vita

Arrivano dei nuovi preziosi bonus che consentono alle famiglie un notevole risparmio proprio sulla stangata della scuola e sulla stangata del supermercato.

Con l’arrivo della fortissima inflazione che ormai si attesta all’8% sono tante le famiglie che hanno difficoltà ad andare avanti.

ANSA. (Photo by Antonio Masiello/Getty Images)

Per questo per le famiglie che si trovano in una condizione più fragile arrivano aiuti sia per quanto riguarda la scuola che anche per quanto riguarda il supermercato.

I nuovi bonus utili

Infatti l’arrivo della scuola è una stangata da quasi €1000 per ogni figlio secondo le associazioni dei consumatori e quindi i bonus per la scuola e quelli per il supermercato sono assolutamente fondamentali.

Pixabay

Prima di vedere i bonus per il supermercato andiamo a vedere i bonus scuola. I bonus scuola non sono erogati dal governo bensì sono erogati dalle regioni. Quindi ogni regione eroga questi bonus proprio per consentire alle famiglie con ISEE più basso di avere una cifra importante per far fronte alla spesa dei libri ma anche alla spesa di tutti i materiali necessari per la scuola.

I bonus più ricchi per la scuola

Alcune regioni addirittura oltre al bonus per la scuola erogano anche dei voucher per lo sport che sono molto interessanti. Per esempio la regione Sardegna eroga voucher da €250 per ogni figlio e la regione Toscana addirittura quelli da 400€ per lo sport che sono cumulabili con i bonus per la scuola. Ma per le famiglie in difficoltà i bonus più importanti sono proprio quelli per il supermercato. Il governo da questo punto di vista mette in campo due aiuti diversi.

Gli aiuti al supermercato

Il primo aiuto è quello dei buoni spesa che vengono erogati dal comune proprio sulla base di appositi di bandi. Infatti ogni comune italiano pubblica un bando nel quale viene fissato effetto ISEE per poter usufruire dei buoni spesa. Quindi sono proprio le famiglie che rientreranno al di sotto di quel tetto ISEE a poter avere i buoni spesa con i quali fare gli acquisti dei generi di prima necessità. L’altro aiuto messo a disposizione dallo stato e quello della social card. La Social Card eroga €80 ogni due mesi e si tratta di una card gialla da non confondere con quella del reddito di cittadinanza. La Social Card può essere richiesta soltanto dai nuclei familiari che abbiano bambini entro i 3 anni oppure da chi sia al di sopra dei 65 anni con precisi limiti reddituali.