Ecco gli ultimi aggiornamenti riguardo il caro bollette. Arrivano le novità riguardo i pagamenti. 

Situazione sempre più complicata e difficile per famiglie e imprenditori, costretti a fronteggiare questo enorme aumento delle bollette. Una situazione che sta diventando sempre più insostenibile soprattutto per le piccole e medie imprese che non riescono più a rientrare nei costi. Ecco adesso cosa serve per pagare le bollette.

Bollette ora pagare non basterà più

Prima l’aumento delle bollette, che sono passate da 2800 euro mensili a 8 mila euro, adesso anche l’obbligo di presentare una fideiussione bancaria da 27 mila euro entro dieci giorni da parte del gestore della compagnia elettrica. Questa la storia del gestore del negozio Polo Nord, presente all’interno del mercato di Sanremo. A causa di queste restrizioni sarà costretto a chiudere.

Bollette ora pagare non basterà più

Attraverso la sua pagina Facebook, il titolare del negozio Sergio Coletta, ha raccontato l’accaduto. Pubblicate anche le foto con le bollette e la pec ricevuta. 

“Cari amici e clienti, siamo qui ad informarvi che andremo ad esaurimento merce per quanto riguarda i prodotti gelo. Abbiamo preso tempo e cercato di resistere e di capire se ci potesse essere un modo meno drastico per sopravvivere ma purtroppo ciò non esiste. Vi saremmo davvero molto grati se ci aiutaste a smaltire nel minor tempo possibile la merce e finirla. Purtroppo non siamo più in grado di sostenere le spese. Grazie a tutti voi che condividerete il messaggio”, questa la lettera di Sergio.

Bollette ora pagare non basterà più

Il proprietario del negozio ha provato a resistere a questa emergenza e crisi economica, avvenuta a causa degli aumenti dei costi energetici, ma non è riuscito a fronteggiarla. Soprattutto dopo che è arrivata la Pec del gestore che ha chiesto una fideiussione bancaria di 27 mila euro, entro dieci giorni. In caso in cui non l’avesse presentata sarebbe scattato la risoluzione del contratto.

“Mi sembra tutto così assurdo – spiega Coletta – sto provando a contattare il mio fornitore del servizio. Noi abbiamo sempre pagato non riusciamo a capire perché vogliono questa garanzia. Anche il mio commercialista mi ha confidato di non aver mai sentito una cosa simile prima d’ora”. 

Impostazioni privacy