Voucher lavoro e addio Reddito: cosa accadrà dopo le elezioni

Le elezioni sono vicine e il 25 Settembre si deciderà il futuro del Reddito di Cittadinanza: ecco la manovra che potrebbe sostituirlo per sempre.

Sono in molti, tra i partiti politici, a voler eliminare il Reddito di Cittadinanza; tema ampiamente esposto durante la recente campagna elettorale. Il RdC ha certamente i suoi difetti, ampiamente provati dalle indagini ISTAT.

Aiuti per partite Iva e lavoratori stagionali: come cambia il Reddito

Quello che doveva essere un incentivo al lavoro ha ricoperto il ruolo completamente opposto. Questa l’opinione di chi non ha gradito la misura del Movimento 5 Stelle, definendola un vitalizio per chi i lavoro non vuole proprio conoscerlo.

Aiuti per partite Iva e lavoratori stagionali: come cambia il Reddito

La Sinistra continua a volere fortemente il Reddito anzi, hanno anche proposto di potenziarlo. Dall’altra parte la Destra della Meloni è stata molto chiara sul voler abolire il reddito, che verrebbe sostituito da un’altra iniziativa: il reddito di solidarietà.

Di cosa si tratta? Sarebbe un sussidio esclusivo per i non occupati al di sopra dei 60 anni e per nuclei familiari con minori o disabili a carico. Via tutta la platea di giovani senza lavoro, che sarebbero dunque costretti a rimboccarsi le maniche.

Il Partito Democratico invece vorrebbe rafforzare il RdC e sono già state elencate alcune proposte per ampliare la platea. Così il reddito andrebbe anche agli immigrati con meno di 10 anni di residenza, ai soggetti che hanno comunque trovato un lavoro e alle famiglie numerose con molti minori.

Aiuti per partite Iva e lavoratori stagionali: come cambia il Reddito

Un’altra opzione sarebbe la reintroduzione dei voucher gestiti dai Comuni, in particolare per i lavoratori stagionali. Manovra sostenuta da Lucia Tanti, assessore del Comune di Arezzo. “Il RdC è un paghetta che ha mortificato il concetto stesso di lavoro, scoraggiando l’occupazione”.

Alle partite Iva vanno date risorse per sostenere la propria attività così come devono essere erogati voucher pensati per i lavoratori stagionali, garantendo sviluppo e legalità. Con il reddito di cittadinanza, il sistema è saltato. Non si possono ricevere più soldi stando a casa che andando a lavorare”.

Anche Salvini è favorevole ai voucher: “Il reddito di cittadinanza va rivisto completamente, crea lavoro nero e non crescita e sviluppo. Domandate a chi gestisce bar, pizzeria e azienda agricola che problema ha per trovare manodopera. I voucher almeno creano lavoro, anche se a tempo, e darebbero occupazione a 100 mila ragazzi“.