Bonus di 1000 euro per pagare le bollette. Ma non è il Governo a regalarlo

Il fatto è accaduto a Luve di Uboldo, comune al confine tra provincia di Varese e città metropolitana di Milano. 

ille euro per contrastare il caro bollette. È quanto ha deciso di destinare ad ogni suo dipendente la Lu-ve, multinazionale di Uboldo, comune al confine tra la provincia di Varese e la città metropolitana di Milano, che produce impianti di refrigerazione e non solo.

Pixabay

L’azienda, quotata alla borsa di Milano e con un fatturato di oltre 400 milioni di euro, ha deciso di stanziare la misura dopo i rincari di energia elettrica e gas ma anche a causa dell’inflazione. Per sostenere la misura l’azienda ha stanziato in totale 3 milioni di euro. La decisione è stata comunicata ai dipendenti venerdì 2 settembre attraverso una lettera, e nelle scorse ore il documento è diventato pubblico (lo riportiamo in fondo all’articolo).

Come verrà pagato il bonus

Ansa, Roma

Il bonus verrà erogato a tutti i dipendenti dell’azienda e sarà suddiviso in più tranches: 500 euro nella busta paga di settembre relativa ad agosto, più 300 per servizi di welfare e altri 200 sotto forma di buoni carburante, sempre scaricabili da un’apposita piattaforma. L’azienda è di proprietà della famiglia Liberali (che ha il suo quartier generale a Uboldo) ed è una realtà internazionale con 19 stabilimenti produttivi in 9 paesi: Italia, Cina, Finlandia, India, Polonia, Repubblica Ceca, Svezia, Russia e Stati Uniti. Nell’azienda lavorano oltre 4.500 persone (di cui 1.300 in Italia).

La lettera dell’azienda

“Cari tutti, nell’ultimo triennio abbiamo vissuto un mondo sempre più complicato da fattori sanitari, economici, politici e tecnologici, ma Lu-ve group è cresciuto e ha raggiunto risultati importanti. È il frutto di una comunità di lavoro coesa, dove ciascuno di noi è parte viva del processo. Tuttavia, a causa della situazione internazionale, questa prima metà dell’anno è stata anche caratterizzata dal forte aumento del costo della vita, con forti ripercussioni sui bilanci delle famiglie. Lu-ve group ha pertanto deciso di stanziare tre milioni di euro in favore dei propri collaboratori, da corrispondere entro la fine dell’anno. Per gli stabilimenti italiani, il bonus verrà erogato nella busta paga di agosto. Per tutti gli altri, le modalità e i tempi verranno definiti dall’Ufficio Risorse Umane, in base alle specifiche esigenze dei vari Paesi. Lu-ve group vuole così dare un supporto concreto alle famiglie, in un momento caratterizzato da un’inflazione alta. Di fronte alle incertezze dello scenario economico mondiale e a un mercato che mostra una domanda calante, l’assetto generale di Lu-ve group, le operazioni in corso, ma soprattutto l’impegno nel nostro lavoro ci fanno guardare con fiducia al futuro”.