Il bonus 200 euro è un bonus allo stesso tempo amato ed odiato ma adesso arrivano notizie decisamente positive su questo bonus del governo Draghi contro il carovita.

Infatti il bonus €200 è stato molto amato perché si è trattato di una misura che puntava proprio a contrastare la fortissima inflazione ma allo stesso tempo è stato anche contestato perché si è trattato di un bonus erogato una volta soltanto.

ANSA

Ma vediamo le novità su questo bonus che possono essere sicuramente positive per tanti Italiani.

Torna il bonus

Innanzitutto il bonus da €200 contro l’inflazione torna proprio in questo mese di settembre per le partite IVA.

Pixabay

Infatti le partite IVA saranno chiamate ad un vero e proprio click Day durante il quale potranno richiedere il bonus da €200. Durante questa giornata che non è stata ancora fissata, le partite IVA dovranno presentare la domanda alla loro cassa previdenziale di appartenenza. In questa domanda bisognerà sottolineare di non aver già richiesto il bonus da 200 euro ma bisognerà anche sottolineare di non averlo percepito nemmeno come lavoratori dipendenti. Infatti anche chi svolge un lavoro come dipendente e contemporaneamente però è anche una partita IVA può comunque sia richiedere il bonus da 200 euro una volta soltanto.

Anche per chi era escluso

Ma il bonus da €200 ritorna anche per i mesi di ottobre e novembre. Infatti nel frattempo la normativa si è evoluta ed è arrivata proprio ad includere tutta una serie di lavori che in un primo tempo erano stati esclusi. Per esempio il lavoro delle collaboratrici familiari era stato in un primo momento escluso ma invece adesso si potrà fare la domanda e anche chi lavora nell’ambito domestico potrà beneficiare del bonus nei prossimi mesi. Tuttavia le polemiche più forti riguardano proprio l’esclusione dal bonus di 200 euro delle categorie più fragili.

Chi resterà deluso

Infatti proprio le casalinghe e proprio gli inoccupati non potranno percepire il bonus di 200€ E quindi questo bonus decisamente non è un aiuto universale. Alcuni si chiedono anche se sia possibile percepire il bonus due volte visto che la normativa è cambiata nel tempo e che è diventata più inclusiva. Ma bisogna sottolineare che anche se tanti nuovi lavori oggi rientrano nella lista di quelli che possono percepire il bonus, nessuno lo potrà comunque sia richiedere più volte.

Impostazioni privacy