Vediamo un bonus molto utile per le famiglie con i figli a carico proprio perché eroga addirittura mille euro per ogni singolo figlio e questi soldi possono essere chiesti da entrambi i genitori.

Oggi il tema dei bonus famiglia è particolarmente importante.

ANSA

Infatti l’inflazione si attesta oltre l’otto per cento e questo significa che sono proprio le famiglie con i figli a carico a subire più fortemente l’aumento dei prezzi.

Bonus da 1000 euro

Dalle bollette, alla benzina, al supermercato oggi tutto è diventato carissimo e chiaramente sono proprio le famiglie che devono mantenere anche dei figli ad avere la stangata più forte.

Pixabay

Quando una famiglia ha dei figli le spese crescono continuamente e non si riesce mai a stare dietro a tutti i vari esborsi. Viviamo in una società tragicamente edonistica che costringe le famiglie a tutta una serie di spese anche non necessarie. Ma con la stangata dell’inflazione le famiglie stanno riducendo all’osso quello che devono effettivamente spendere e quindi per riuscire ad andare avanti c’è bisogno di aiuti statali.

Un aiuto per l’istruzione

Questo bonus da €1000 è un bonus focalizzato sull’istruzione dei ragazzi. Il bonus da €1000 è naturalmente cumulabile con l’assegno unico universale. Oggi tutte le famiglie con figli stanno ricevendo l’assegno unico universale, ma il fatto di percepire questo assegno è perfettamente compatibile col bonus da 1000€. Quindi il bonus da mille euro per i figli a carico potrà essere speso o meglio fruito, come una detrazione IRPEF su tutte le spese dell’educazione musicale. Infatti questo bonus è proprio il famoso bonus musica che permette di portare in detrazione tutte le spese relative all’educazione musicale fino al tetto massimo di €1000 per ogni figlio.

Si arriva a cifre forti

Dunque una famiglia con tre figli potrebbe detrarre tranquillamente 3.000 euro all’anno. La cosa interessante è che la detrazione può essere richiesta da entrambi i genitori ovviamente però non si devono superare i massimali fissati dalla normativa. A poter essere portate in detrazione con il bonus musica non sono soltanto le spese del conservatorio ma anche quelle di qualsiasi corso musicale che sia stato intrapreso dal ragazzo o addirittura le spese per far parte di cori o bande purché riconosciute. Tutti i pagamenti sostenuti per l’educazione musicale ovviamente dovranno essere assolutamente documentabili per poter essere portati effettivamente in detrazione IRPEF.

Impostazioni privacy