Babysitter, colf e badanti: attenzione a non perdere i 200 euro

Ci sono ancora soltanto pochissimi giorni a disposizione per tutte le babysitter, badanti e colf che sono intenzionati a richiedere all’INPS l’indennità da 200 euro. 

Dopo che la maggior parte dei lavoratori dipendenti e dei pensionati hanno già avuto la possibilità di ricevere i pagamenti dell’indennità una tantum dall’INPS del valore di 200 euro, si avvicina sempre di più la data dii cadenza per quanto riguarda la presentazione della richiesta per i 200 euro da parte di babysitter e badanti. 

ANSA, DANIEL DAL ZENNARO

Ci sono ancora soltanto pochissimi giorni a disposizione per tutte le babysitter, badanti e colf che sono intenzionati a richiedere all’INPS l’indennità da 200 euro. Sono in tanti, tuttavia, i lavoratori che rientrano in questa categoria e che potrebbero accedere all’indennità di 200 euro, che ancora si domandano come fare domanda direttamente online entro la data di scadenza fissata per il 30 settembre? E’ la domanda che si pone trend.it.

Indennità di 200€ per babysitter e badanti: a chi spetta

Pixabay

Per prima cosa, al fine di chiarire una volta per tutte chi sono le categorie di lavoratori che potranno sperare di ricevere i pagamenti per l’indennità dal valore di 200 euro, è importante andare ad approfondire nello specifico tutti i requisiti. In questo senso, è necessario non soltanto prendere in considerazione le prime indicazioni che sono state fornite in maniera ufficiale dalla squadra dell’esecutivo per quanto concerne il decreto legge “Aiuti”, ovvero il decreto-legge numero 50 del 2022.  Infatti per capire quali sono le categorie di babysitter, colf e badanti che potranno richiedere l’indennità da 200 euro, sulla base del comma 8 dell’articolo 32 dell’appena citato decreto, bisogna fare riferimento anche alle indicazioni dell’INPS. In particolare, alla circolare numero 73 pubblicata nella giornata del 24 giugno. Dunque, secondo quanto emerge chiaramente all’interno del quadro normativo preso come riferimento, tra gli aspetti essenziali a cui sarà necessario porre particolare attenzione per quanto riguarda i requisiti per ottenere l’indennità dii 200 euro. 

Attenzione ai requisiti per ricevere l’indennità di 200€ per babysitter e badanti

In questo senso, per quanto concerne il primo aspetto, occorre che le babysitter, le colf e le badanti che decidono di fare richiesta per ricevere l’indennità una tantum dall’INPS di 200 euro, dimostrino di essere state assunte già prima della data di entrata in vigore del decreto Aiuti, dunque il 18 maggio 2022. Il contratto in questione dovrà essere un contratto di lavoro domestico, per cui sarà necessario essere stata attivata anche l’iscrizione del lavoratore in questione alla cosiddetta Gestione INPS dei lavoratori domestici.