Costo del mutuo, un problema da affrontare subito: ecco come

Il costo del mutuo continua a rimanere molto alto e c’è bisogno di risparmiare: tutte le soluzioni migliori

Bisogna sapere che la Banca Centrale Europea ha alzato i tassi di interesse sui finanziamenti del mutuo allo scopo di provare a combattere l’inflazione. In pratica una misura di politica monetaria per mantenere stabili i prezzi. E’ chiaro poi che mettendo in atto questo tipo di cambiamenti si va a influire sulle condizioni di accesso al credito per imprese e famiglie.

Costo del mutuo

Ecco quindi che diventa molto utile vagliare tutte le strade per risparmiare ed evitare spese inutili. Prima di chiedere un mutuo quindi si consiglia di valutare bene le offerte online e di compararne più possibili per ottenere un preventivo di spesa. Sarà necessario inserire i dati richiesti come ad esempio l’importo da richiedere, la durata del mutuo e il valore del bene.

Costo del mutuo, tutte le ipotesi

Nel caso in cui invece si stia già pagando un mutuo, ci sono tre strade per riuscire a risparmiare: la rinegoziazione, la surroga e la sostituzione. Andiamo quindi a vedere nel dettaglio pro e contro di queste soluzioni. Partiamo allora dalla prima, la rinegoziazione del mutuo. In questo caso si cambiano proprio le condizioni del proprio contratto.

Nel caso della rinegoziazione è possibile passare ad esempio dal tasso fisso a quello variabile, o anche cambiare la durata o il tasso e lo spread applicato alla banca. C’è poi la surroga, che permette di trasferire il mutuo da una banca ad un’altra. Nel caso in cui la nuova banca decida di accettare il mutuo, parte una nuova procedura simile all’apertura di un nuovo mutuo.

Verranno in tal caso fatti controlli sullo stato economico del richiedente. Infine c’è l’ultima ipotesi, ovvero la sostituzione del mutuo, che presuppone la chiusura di quello vecchio con tutte le spese del caso. Se ne apre poi uno a nuove condizioni, sempre sostenendo spese di perizia e costi notarili.