I prezzi delle bollette hanno toccato dei picchi record in questo 2022: per quanto tempo ancora continuerà questo salasso?

La situazione energia non andava bene già da Marzo-Aprile, in coincidenza con lo scoppio della guerra in Ucraina, prima fornitrice di gas in Europa. Ad Agosto, però, la situazione si è fatta ancora più preoccupante.

Luce e gas

 

Con i prezzi, soprattutto del gas, raddoppiati rispetto a Luglio, tanti si sono trovati in grave difficoltà nel pagare un bene che ormai fa parte del nostro quotidiano. Come faremmo adesso a vivere senza luce o gas?

Una spesa obbligata, quella dell’energia, insieme alla spesa dei generi alimentari, anche questi con prezzi folli. Tutto è più caro e l’inflazione aumenta a vista d’occhio. Tante famiglie si ritrovano con l’acqua alla gola e sono preoccupate per il futuro.

Quanto ancora si potrà andare avanti così? Con la situazione attuale e delle prospettive piuttosto nere per il futuro, è più che lecito farsi questa domanda. Soprattutto in vista di Ottobre, dato che Arera ha già comunicato che dal 1° del nuovo mese gas e luce subiranno ulteriori rincari.

Inverno nero per luce e gas: la prospettiva per i prossimi mesi

Come se non fosse già bastata la batosta di Agosto -che ha stroncato diversi piccoli imprenditori- l’Autorità per l’Energia ha comunicato che ad Ottobre le bollette saranno ancora più salate. Tutta colpa del mercato del gas, nel panico a causa delle presunte ‘minacce’ di Putin dello stop al gas di Gazprom.

Questo stop non è mai avvenuto, eppure il gas è improvvisamente diventato un bene raro, cosa che ha fatto aumentare il prezzo a cifre da capogiro. E oggi noi italiani ci ritroviamo a dover sottostare alle regole di razionamento imposte dal Governo Draghi.

Oltre alle misure locali, anche l’UE si sta muovendo per adottare delle misure di risparmio energetico. Insomma, invece di imporre un tetto massimo al prezzo sul mercato di Amsterdam, si va di restrizioni ai comuni cittadini. Del resto i politici non saranno mai affetti da questi problemi e le restrizioni al popolo sono la via più facile.

È ovvio che il risparmio -o l’imposta assenza di consumi- farà calare il prezzo delle bollette, ma a quale costo? Una casa fredda e pasti preparati alla buona? Nel frattempo la situazione che si verrà a creare dalla prossima settimana mostrerà i suoi effetti non prima di Dicembre.

Come per la pandemia, il ritorno alla normalità è ben più distante di quanto i Governi possano assicurarci. L’arrivo della prossima bella stagione potrebbe lasciare un po’ di respiro agli italiani, ma tutto rimane un’incognita.

Impostazioni privacy