Alcuni elettrodomestici sono assolutamente indispensabili nella vita di tutti i giorni, ma questo può essere un problema. La situazione energetica attuale ci costringe a risparmiare su ogni cosa, quindi occorre prestare attenzione ad ogni strumento acceso.

Siamo davvero coscienti di quanto spendiamo ogni giorno in energia? In una giornata in casa spesso facciamo gesti semplici, come azionare la lavatrice o aprire il frigorifero, senza pensare a cosa questo comporti. Il risparmio comincia proprio da questa presa di coscienza: ogni strumento acceso in casa nostra è un po’ di energia in più che consumiamo.

Elettrodomestici in cucina
Foto ANSA

A partire da ottobre scattano gli aumenti più pesanti del costo dell’energia. Secondo le previsioni l’energia da ottobre in avanti potrebbe compiere un balzo di prezzo fino al 60%. Questi aumenti potrebbero farsi sentire nelle prossime bollette se non stiamo attenti a quello che facciamo. Per avere un quadro più chiaro di cosa un aumento del 60% del costo dell’energia significhi occorre fare esempi provenienti dalle nostre case.

Il frigorifero acceso ci costa un euro al giorno. E attenti al phon

Uno degli elettrodomestici che hanno bisogno di più energia per funzionare è il frigorifero. Con gli aumenti attualmente previsti in ottobre, il consumo di un frigorifero di classe media costa poco meno di 1 euro al giorno. Certamente il consumo si attenua con frigoriferi di classe A, fino a 27 centesimi al giorno. Andando a moltiplicare questo per uno o tre mesi di bolletta (a seconda del contratto) diventa una spesa considerevole, e questo senza contare che il frigorifero ha questi consumi semplicemente restando acceso.

Una cottura in forno costa tra i 46 e i 73 centesimi, a seconda del livello di efficienza, mentre un’ora di lavatrice costa 53 centesimi, ma la spesa sale a 88 per i modelli più vecchi e meno ottimizzati. Occorre avere ben presenti questi numero per capire esattamente quanto la nostra vita quotidiana costa e cosa è possibile tagliare per consumare meno energia e avere bollette meno care.

Bollette luce e gas
Foto ANSA

Attenzione inoltre all’utilizzo del phon, notoriamente uno degli elettrodomestici con il consumo più alto delle nostre case. Un’asciugatura con il phon di 10 minuti costa ben 22 centesimi. Invece 5 minuti di tostapane costa 5 centesimi. Non c’è dubbio che, a prescindere dalle abitudini personali, tutte le bollette aumenteranno parecchio ad ottobre. Per questo motivo lo Stato, in accordo con Arera, ha previsto che tutte le bollette potranno essere pagate mensilmente, in modo dale da poter pianificare meglio i pagamenti.

Impostazioni privacy