Bollette, è arrivato un altro bonus senza ISEE. Ma non è per tutti

Per contrastare il caro bollette arriva un nuovo bonus. I cittadini potranno richiederlo senza la presentazione dell’ISEE. Ecco tutti i dettagli e le informazioni riguardo questo argomento. 

Per fronteggiare il caro bollette è in arrivo un nuovo bonus che sarà dato senza la presentazione del modello Isee. Il beneficio, però, non sarà per tutti. Non ci sono limiti reddituali da rispettare ma altre requisiti.

Bonus bollette Isee

Ci sono diversi contributi in arrivo per quanto riguarda il caro bollette. Il Governo Draghi si è mosso in anticipo già dall’estate con una serie di Decreti che hanno aiutato molte famiglie. Sono stati stanziati, infatti, diversi contributi per contrastare il caro bollette. Dal bonus 200 euro fino a quello 150 passando per gli sconti in fattura sull’energia ed il gas.

Bollette, è arrivato un altro bonus senza ISEE. Ma non è per tutti

Per quanto riguarda gli sconti sulle bollette di luce e gas, è necessario avere l’Isee non superiore a 12 mila euro. Mentre per i nuclei famigliari con almeno 4 figli a carico, l’Isee non deve superare i 20 mila euro. L’applicazione dello sconto in fattura è automatico e avviene senza la presentazione della domanda, la cosa importante è quella di avere l’Indicatore della situazione economica equivalente in corso di validità.

Poi è stato attivato il bonus 200 euro, del decreto Aiuti di maggio, ed il bonus 150 euro nel Decreto Aiuti ter. Entrambi sono riconoscimenti una tantum, vengono pagati e dati una sola volta. Questi sussidi servono proprio a contrastare il caro bollette e l’inflazione, salita nel frattempo alle stelle. Questi soldi sono dati a tutti i lavoratori, pensionati, percettori di reddito di cittadinanza, lavoratori autonomi con o senza partita Iva, percettori Naspi lavoratori stagionali, collaboratori sportivi, colf e badanti.

Poi ci sono i bonus che possono variare in base alla regione e al comune in cui si vive. Un esempio su tutti è l’iniziativa promossa dal sindaco di Portofino, Matteo Vacava, che ha deciso di concedere un bonus di 400 euro senza presentazione dell’Isee. Il riconoscimento sarà dato a tutti i cittadini che vivono in quel comune. Sarà erogato a partire da gennaio 2023, per riceverlo bisognerà presentare una domanda al comun allegando il codice iban. Una mossa, questa, che serve anche alla ripopolazione del territorio che conta pochi abitanti.

Bollette aumenti costi

A livello nazionale toccherà al prossimo esecutivo, a guida Giorgia Meloni, gestire questa fase di crisi ed aiutare i cittadini. Secondo le ultime indiscrezioni è previsto un nuovo decreto da 25 miliardi di euro per fronteggiare l’emergenza.