Reddito di Cittadinanza, chi verrà salvato dalla riforma della Meloni

Ecco le ultime notizie relative al Reddito di Cittadinanza, nuova riforma in arrivo: ecco chi continuerà ad ottenere il beneficio. 

Aumentano i dubbi riguardo il futuro del Reddito di Cittadinanza. Dopo la vittoria del centrodestra, alle ultime elezioni, la premier in pectore Giorgia Meloni ha in mente una nuova riforma che va a cambiare radicalmente l’attuale sistema. Ecco chi saranno le persone che si salveranno e che proseguiranno a percepire il sussidio.

Reddito Cittadinanza Giorgia Meloni riforma

Sarò Giorgia Meloni a formare il prossimo Governo che dovrà gestire una situazione economica finanziaria molto particolare. Tra i dossier a cui dovrà occuparsi la leader di Fratelli d’Italia, dal caro bollette alla riforma delle pensioni passando per l’approvazione della legge di bilancio 2023, c’è anche quello relativo alla riforma del Reddito di Cittadinanza.

Reddito di Cittadinanza, chi verrà salvato dalla riforma della Meloni

Tema molto discusso in campagna elettorale, torna di moda la riforma del Reddito di Cittadinanza promosso dalla futura premier italiana Giorgia Meloni. La politica, leader del partito Fratelli d’Italia, s’è sempre detta contraria a questo sussidio assistenziale.

Secondo un report dell’ISTAT, a differenza di quanto si prevedeva il Reddito non ha facilitato l’incontro tra domanda e offerte di lavoro. L’obiettivo principale era quello di trovare un impiego, attraverso i navigator, a tutti i disoccupati e ciò non è stato raggiunto.

Ecco perché Giorgia Meloni ha come obiettivo quello di sostituire il Reddito di Cittadinanza con un altro sussidio, Reddito di solidarietà. In questo modo saranno garantiti soldi e assistenze solo ad alcune categorie.

Il reddito di solidarietà potrebbe andare a sostituire quello di cittadinanza. Andrebbe a queste categorie: non occupati di età superiore a 60 anni; famiglie con minori; persone con disabilità.

In tanti saranno esclusi e non potranno più ricevere soldi.

Reddito Cittadinanza Giorgia Meloni riforma

Se questa riforma andrà in vigore, con la modifica sostanziale del Reddito di Cittadinanza e l’introduzione di quello di solidarietà, non riceveranno più i soldi i giovani senza lavoro che sono ben il 50% degli attuali percettori del reddito. La premier Giorgia Meloni ha l’obiettivo di incentivare le aziende ad assumere personale e giovani in modo da formarli.