Assicurazioni e carburante: così l’auto diventa un incubo

Non pare che il 2023 sarà un buon anno per gli automobilisti italiani. Il nuovo anno si aprirà con un nuovo aumento del costo del carburante, dovuto alla riduzione del taglio delle accise, a cui si accompagnerà l’aumento delle polizze assicurative. Ci dovremo preparare ad un’ondata di aumenti come non ne vedevamo da diverso tempo.

Viaggiare in macchina in Italia nel 2023 potrebbe essere diventato più complicato e dispendioso. Dall’inizio della crisi energetic, l’Italia e molti altri paesi europei stanno lottando contro l’aumento del costo del carburante, diretta conseguenza dell’aumento del costo dell’energia e della minore disponibilità di petrolio e gas naturale. Per ovviare a questi problemi, il Governo Draghi aveva stanziato una parte delle spese di Stato a un taglio netto alle accise sui carburanti, creando uno sconto di 30 centesimi.

Aumentano i costi dei carburanti e delle assicurazioni
Foto ANSA

Allo scadere dell’ennesima proroga dello sconto, fissata per il 1 dicembre 2022, il Governo ha confermato che questo sarà ridotto. Mentre con Draghi lo sconto prevedeva una riduzione delle tasse sulla benzina per 25 centesimi al litro più IVA (corrispondenti allo sconto di 30 centesimi), con Giorgia Meloni si scenderà a uno sconto di 15 centesimi al litro più IVA, per un totale di sconto di circa 18 centesimi al litro su disel e benzina.

Aumenti della benzina e delle assicurazioni

L’aumento delle tasse sul carburante è dovuto alla necessità del Governo di centrodestra di rientrare delle ingentissime somme che devono adoperare per finanziare i molti interventi economici che stanno venendo promossi in queste settimane e che saranno promossi ancora nei prossimi mesi. A partire dalla nuova legge sulle pensioni, passando dagli interventi contro il caro bollette alla flat tax, tutti questi interventi promessi dal Governo hanno bisogno di un quantitativo altissimo di fondi che il Governo deve poter prendere da qualche parte.

Ecco che l’aumento delle accise sul carburante si fa necessario, ma in questo modo si lasciano gli automobilisti con un carico in più da portare per il prossimo anno. Solo agli automobilisti, però, perché per gli autotrasportatori lo sconto rimarrà sui 30 centesimi al litro di carburante.

Incidente stradale
Foto ANSA

Oltre all’aumento del prezzo di disel e benzina, sugli automobilisti di tutta Italia graverà anche il problema dell’aumento dei prezzi delle polizze d’assicurazione. Nel 2023 entrerà in vigore il nuovo regolamento previsto dalla norma sulla concorrenza. A causa di questo nuovo regolamento, che prevede un anticipo del risarcimento da parte della propria agenzia assicurativa prima di riceverlo da quella di chi ha causato un eventuale incidente, molti italiani rischiano di vedersi quadruplicare i premi delle polizze RC Auto.