Partite Iva, controlli all’Agenzia delle Entrate, a cosa servono

Da tenere d’occhio con grande attenzione per non incorrere in sanzioni. Ecco a cosa servono i controlli dell’Agenzia delle Entrate sulle Partite Iva

Spesso il nostro Paese è letteralmente investito dalla burocrazia. Documenti, procedure, scartoffie e lunghe perdite di tempo che possono solamente complicare situazioni già di per sé molto difficili. Lo sanno molto bene i liberi professionisti che, più di tutti, devono far fronte a molte difficoltà.

Partite Iva
Controlli alle Partite Iva da parte dell’Agenzia delle Entrate, Missionerisparmio

Tuttavia, sebbene spesso si tratta di procedure noiose e a volte facili da dimenticare, è importante ricordare che ci sono cose necessarie da fare, proprio per tutelare il proprio lavoro e la propria professione. Ecco perché è molto importante tenere d’occhio con grande attenzione la documentazione necessaria per non incorrere in sanzioni. Ecco a cosa servono i controlli dell’Agenzia delle Entrate sulle Partite Iva.

A cosa servono i controlli Agenzia delle Entrate Partite Iva

Fare controlli e verifiche della partita Iva è una procedura piuttosto normale ma che in tanti, spesso, sottovalutano. Si tratta di una pratica fondamentale soprattutto quando si comincia a lavorare interfacciandosi con un nuovo collaboratore. Verificando le Partite Iva, infatti, sarà possibile evitare truffe o essere sicuro di avere tutto in regola secondo le norme stabilite dalla legge.

Per poter verificare le informazioni necessarie di una Partita Iva è importante avere il codice relativo all’impresa. È infatti necessario recarsi sul sito dell’Agenzia delle Entrate, inserire poi il codice corretto (ricordare di immettere anche la sigla “IT”) e copiare quello che è il codice di sicurezza relativo al portale. Infine, premere “invia”.

Partite Iva
Controlli alle Partite Iva da parte dell’Agenzia delle Entrate, Missionerisparmio

Si tratta di una verifica assolutamente gratuita e che è possibile fare anche in maniera autonoma. Dopo aver inserito correttamente tutti i dati necessari al riconoscimento è possibile ottenere tutte le informazioni relative alla Partita Iva selezionata. Nello specifico, si avrà la possibilità di visualizzare lo stato della partita Iva, la data di inizio dell’attività, il cognome del titolare della partita iva e capire se questa fa parte o meno di un gruppo Iva.

L’Agenzia delle Entrate offre questo importante servizio di controllo e consulta solo per le partite Iva italiane. Questa è obbligatoria per tutti gli imprenditori e lavoratori autonomi. Si tratta di quei professionisti che offrono un servizio o la vendita di beni in maniera continuativa. Non si tratta, inoltre, di lavoratori con contratto di lavoro subordinato.