ISEE 2023 su quali agevolazioni puoi contare

Non finiscono subito i bonus per chi ha un basso livello ISEE nel 2023. Molti di quelli già conosciuti, anzi, sono stati riconfermati anche per l’anno nuovo. Potete ancora contare su molte delle agevolazioni passate come se nulla fosse, anche se, in alcuni casi, con alcune novità introdotte dal nuovo Governo. Ecco la lista delle agevolazioni su cui puoi ancora contare.

giorgia meloni
agevolazioni isee nel 2023
investiresulweb.it

Il modello ISEE è ancora uno degli indicatori più importanti sul reddito familiare degli italiani. Avere un livello ISEE basso significa avere la possibilità di accedere a una serie di agevolazioni extra che possono rendere la vita un po’ meno difficile, soprattutto in un momento molto complesso, economicamente parlando, come quello che stiamo affrontando. In molti casi, le agevolazioni, i bonus e i sussidi del 2022 sono stati riconfermati anche per il 2023. Nel nuovo anno possiamo ancora contare sul reddito di cittadinanza, sebbene castrato dalle nuove direttive del Governo, sul bonus sociale per le bollette e sulle agevolazioni per la scuola, l’affitto e molti altri.

Le prime agevolazioni di cui potremmo aver bisogno sono quelle riguardanti le bollette. Per quanto riguarda questo punto esiste il bonus sulle bollette telefoniche che permette, a chi ha un reddito annuale indicato nell’Isee inferiore a 8.112,23 euro, di avere uno sconto del 50% sul canone di accesso alla rete telefonica. C’è poi il bonus sociale, per le bollette di luce e gas. Il valore Isee da non superare è di 8.107,5 euro, ma per quelle famiglie con più di 3 figli a carico il valore non dovrà essere maggiore di 20.000 euro. In questo caso lo sconto è di valore diverso prendendo in esame diversi fattori. I più importanti sono il numero di componenti del nucleo familiare e la regione climatica di residenza.

Reddito di cittadinanza e assegno unico, cosa cambia nel 2023

A subire i cambiamenti più pesanti nell’ambito dei sussidi statali nel 2023 è stato senza dubbio il reddito di cittadinanza. Il reddito è stato tagliato in molte delle sue caratteristiche di base dal nuovo Governo in una campagna mirata alla sua eliminazione definitiva nel 2024. L’unica cosa che non è stata intaccata per il momento è il valore dell’assegno, sebbene ottenerlo, ma soprattutto mantenerlo è diventato molto più difficile.

Il reddito di cittadinanza può ancora essere richiesto da coloro che hanno un ISEE non superiore a 9.360 euro, che può percepire un assegno mensile fino a 780 euro. Tuttavia si è tenuti ad adempiere a tutti gli obblighi del reddito di cittadinanza e si perde il sussidio non appena si risponde negativamente ad un’offerta di lavoro.

reddito di cittadinanza 2022
agevolazioni isee nel 2023
investiresulweb.it

L’assegno unico, invece, rimane invariato. Possono richiederlo tutti i nuclei familiari con figli che hanno un ISEE fino a 15.000 euro e grazie ad esso si possono percepire assegni mensili fino a 175 euro per ogni figlio minorenne o maggiorenne fino a 21 anni sotto determinate condizioni.

Altri bonus e agevolazioni con ISEE

Per quanto riguarda gli altri bonus e agevolazioni che richiedono un ISEE, c’è l’agevolazione per l’affitto. Questa può essere richiesta da persone con un ISEE familiare massimo di 26.000 euro che abbiano perso il lavoro o siano affetti da patologie gravi. Agevolazioni anche per scuola e libri. In base all’Isee si possono ottenere dei benefici, come l’esenzione dal pagamento delle tasse scolastiche, o il bonus per l’acquisto dei libri.