È ancora vantaggioso lasciare i propri soldi in banca? Ecco cosa sta già succedendo ai conti correnti grazie alle ultime mosse della BCE.

Con l’aumento dell’inflazione registrata a partire dal 2021, sono aumentati i prezzi di tutti i prodotti e servizi. Anche le banche hanno adeguato i loro prezzi, e Bankitalia riporta un aumento di 3,80 euro annui nei costi di gestione del conto corrente, che sono quindi saliti ad un totale medio di 94,70 euro proprio nel 2021.

soldi in banca conviene
Conti Correnti, ora diventerà più vantaggioso lasciare soldi in banca – Investiresulweb.

Ad aumentare sono stati soprattutto i costi fissi, oltre a quelli variabili. Non sono stati solamente i conti correnti “tradizionali” a vedere gli aumenti dei costi dei servizi. Anche i conti correnti online hanno iniziato a far pagare, ad esempio, l’utilizzo della carta di credito o il prelievo di contante al di sotto di una certa soglia.

Diventerà vantaggioso lasciare soldi in banca?

Mentre i costi bancari aumentavano, anche i tassi di interesse dei mutui si sono adeguati velocemente. La BCE ha dunque richiamato le banche perchè di conseguenza venissero ritoccati al rialzo anche i tassi di interesse sui conti correnti ed i conti deposito offerti alla clientela, così come del resto sono remunerati i depositi BCE.

Da anni, ormai, i conti correnti europei offrono rendimenti prossimi allo zero. Paolo Benazzi, dirigente del gruppo MutuiOnline ha spiegato in un’intervista a We Wealth: “Oggi vediamo nuove promozioni e costi che stanno rapidamente scendendo, si vedono azioni di marketing volte alla raccolta. Questa è la fase preliminare prima dell’offerta di un rendimento“.

A quanto ammontano gli aumenti degli interessi sul conto e deposito

L’ABI, ovvero l’Associazione Bancaria Italiana, ha previsto che nei prossimi mesi dovrebbero aumentare i rendimenti sulle giacenze dei conti correnti italiani. Diventerà dunque più vantaggioso lasciare i soldi in banca. Bisogna però specificare che gli aumenti degli interesse, almeno per il momento, promettono di essere irrisori.

Costi del conto corrente nel 2021 , dati Bankitalia
Dati Bankitalia sulla composizione della spesa di gestione del conto corrente nel 2021 – Investiresulweb.

Il rendimento medio sulle giacenze registrato ad inizio 2023 ammonta allo 0,11%. Si tratta comunque di un dato in crescita rispetto ad agosto 2022, quando invece si registrava solamente lo 0,02%. Allo stesso tempo, sono saliti anche i tassi di interessi offerti per i conti deposito, che sono cresciuti dello 0,3%.

Quali sono i migliori conti deposito di inizio 2023

Per individuare i migliori conti deposito è meglio affidarsi ad un motore di ricerca online. Sono infatti le banche più innovative e di dimensioni contenute ad offrire spesso i tassi di interesse più alti. Il portale www.confrontaconti.it, ad esempio, segnala che Smart Bank e Banca Aidexa stanno offrendo un tasso di interesse superiore al 3%.

Quando si depositano i propri contanti su un conto corrente o conto deposito, occorre sempre valutare la solidità della banca. A partire dal 2015, infatti, è in vigore il bail-in. I conti correnti o deposito inferiori a 100.000 euro vedranno la propria liquidità garantita dal fondo interbancario. Gli altri potrebbero vedersi decurtato il patrimonio.

Impostazioni privacy